Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito


Ogni domenica – talvolta anche ogni giorno – i cristiani si radunano come Chiesa, al fine di accostarsi alla mensa della Parola e alla mensa del Pane di vita. Limitandoci in questa sede alla prima mensa, dobbiamo riconoscere che il ministro chiamato a imbandirla è eminentemente il lettore.

Nel III secolo dell'era cristiana il ministero del lettore ha vissuto il suo apogeo; dalle lettere di molte figure eminenti della chiesa antica si comprende che questo servizio era tenuto in grande considerazione.

Riflessioni e proposte sulla comunicazione digitale nella Chiesa. Prefazione di don Ivan Maffeis, Direttore dell’Ufficio Comunicazioni Sociali della CEI, e postfazione di Massimiliano Padula, presidente nazionale AIART.

L'esercizio di qualsiasi ministero nella liturgia non è mai da intendersi solamente come un fatto tecnico. Non implica solo una dimensione operativa e funzionale, ma suppone sempre la risposta libera e consapevole di chi si rende disponibile, oltre che a svolgere un certo servizio, anche a fare un'esperienza di fede.

Riforma e Riforme

Pubblicato in Ecumenismo
20 Feb 2017

Tra il 22 febbraio e il 16 maggio 2017 all'Antonianum di Roma sono previsti quattro incontri organizzati dall'Ateneo in collaborazione con le Paoline sul tema: Riforma e Riforme, una ricchezza per la Chiesa, come contributo alla riflessione sui 500 anni della Riforma luterana.

Nella prassi della Chiesa antica troviamo una grande ricchezza di ministeri, che scaturiscono dal comune battesimo, e tra questi riveste particolare importanza quello del lettore.

Affinché l'ascolto delle Scritture nella liturgia sia un atto di tutta la comunità, il lettore dev'essere il primo ascoltatore del testo che legge: solo se sarà un buon ascoltatore sarà anche un buon lettore. Egli stesso è chiamato ad ascoltare la Parola di Dio nel momento in cui la legge con e per gli altri; ascolta insieme all'assemblea e non si limita a leggere per l'assemblea.

Per iniziare a parlare del ministero del lettore nella liturgia vogliamo riferirci alla passione manifestata da Marcellina, sorella di Ambrogio, nel suo Epistolario proprio circa la proclamazione della Parola di Dio nella liturgia.

Per una politica di pace

Pubblicato in Editoriale
30 Dic 2016

La Giornata Mondiale, istituita da papa Paolo VI nel 1967, e celebrata per la prima volta il 1° gennaio 1968, compie 50 anni. Nel suo Messaggio papa Francesco ricorda questo anniversario, con l'intento di soffermarsi sulla nonviolenza come stile di una politica di pace.

Arriva in libreria il documento che aggiorna la Ratio sulla formazione dei sacerdoti del 1970, alla luce del Magistero pontificio.

Pagina 1 di 6
Newsletter