Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Di fronte alla tomba di Lazzaro e al pianto di Marta, Gesù rivela la profondità della sua amicizia attraverso la commozione e la potenza del suo amore attraverso la risurrezione


Ogni domenica – talvolta anche ogni giorno – i cristiani si radunano come Chiesa, al fine di accostarsi alla mensa della Parola e alla mensa del Pane di vita. Limitandoci in questa sede alla prima mensa, dobbiamo riconoscere che il ministro chiamato a imbandirla è eminentemente il lettore.

Quarta domenica di Quaresima. Vederci dentro, vederci al di là delle apparenze, correggendo la nostra vista con gli "occhi di Dio", è l'atteggiamento di conversione continua che questo nostro oggi ci chiede di mantenere attivo sempre e dovunque. L'invito della Parola è: divenire luce nel Signore, e comportarsi come figli della luce. Bellissimo!

Terza Domenica di Quaresima. Gesù e la Samaritana sono i due personaggi su cui confrontarci in questa settimana. Gesù stanco e affaticato; la Samaritana piena di forze, spigliata... Gesù non rimane nella sua situazione di stanchezza, dona l'"acqua viva", la donna trova in sé forze nuove, abbandona la sua anfora e diventa missionaria. E noi?

Un'opera di valore per arricchire il repertorio liturgico musicale: dieci canti a Cristo Maestro, dall'impianto classico, realizzati con orchestra e coro della Diocesi di Roma, utilizzabili da cori e assemblee. I testi sono di Anna Maria Galliano, suora paolina, autrice di pregevoli testi per la liturgia, e le musiche del giovane compositore Fabio Massimillo. La presentazione è di Mons. Marco Frisina.

Nuovi canti per la liturgia

Pubblicato in Musica
15 Mar 2017

Una nuova proposta musicale per la liturgia: dieci brani ispirati a Cristo, Verità, Bellezza, Pastore, Via dell'uomo. La bellezza e ricchezza del suo mistero espressa con eleganza e semplicità.

Nel III secolo dell'era cristiana il ministero del lettore ha vissuto il suo apogeo; dalle lettere di molte figure eminenti della chiesa antica si comprende che questo servizio era tenuto in grande considerazione.

Seconda Domenica di Quaresima. Il Tabor e... noi! Gesù ci insegna che il Tabor non è il luogo dove si vive, ma dove ritroviamo coraggio per le scelte della pianura, dove, in ogni luogo e in ogni momento, il Signore chiama: "Vàttene dalla tua terra, dalla tua parentela e dalla casa di tuo padre, verso la terra che io ti indicherò".

Prima domenica di Quaresima. Un giardino che diventa deserto e un deserto che diventa giardino. Adamo, Eva, Gesù e sempre lo stesso tentatore "il più astuto" delle creature di Dio: il serpente. In questa Quaresima cogliamo l'occasione per ritrovare in Gesù, l'armonia con noi stessi, gli altri, il Padre.

L'esercizio di qualsiasi ministero nella liturgia non è mai da intendersi solamente come un fatto tecnico. Non implica solo una dimensione operativa e funzionale, ma suppone sempre la risposta libera e consapevole di chi si rende disponibile, oltre che a svolgere un certo servizio, anche a fare un'esperienza di fede.

Pagina 1 di 20
Newsletter