Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Nello stupore di tutto il creato, Maria mostra Gesù, il Verbo fatto carne, ai pastori, i "piccoli" della terra, che per primi accorrono a contemplare il segno annunciato dagli angeli.

Con l'evento dell'Incarnazione cielo e terra, angeli e pastori si rallegrano per la buona notizia: il Salvatore è nato! Ci è stato dato un figlio: nato dal Padre prima di tutti i secoli, nato da donna nella pienezza dei tempi.

Nel cammino incontro al Signore che viene, la nostra attesa è illuminata dalla solennità dell'Immacolata, immagine della nuova creazione avvolta dallo Spirito e ricolmata di grazia, e profezia del compimento della nostra speranza.

La domenica di Cristo Re ci propone la "regalità rovesciata" di Gesù, contrassegnata dal primato del servizio, della cura dell'altro fino al dono della vita e contrapposta alla mentalità dominatrice di questo mondo.

Con Maria accogliamo Gesù

Pubblicato in Sussidi
20 Ott 2016

Un percorso di Avvento, da vivere in gruppo, in comunità o in famiglia, ritmato sugli eventi raccontati nel Vangelo secondo Luca, relativi alla vita di Maria e al suo cammino verso la nascita di Gesù.

«Quando avrete fatto tutto quello che vi è stato ordinato, dite: "Siamo servi inutili. Abbiamo fatto quanto dovevamo fare"», dice Gesù agli apostoli, e a noi, in questa XXVII domenica del tempo ordinario.

In questa XXV domenica del tempo ordinario la parabola dell'amministratore disonesto, compresa nel suo significato autentico, diventa un severo richiamo anche per noi cristiani di oggi, inclini, nonostante il pungolo di papa Francesco, a lamentarci degli "amministratori disonesti", ma poco decisi a contrastarli.

La liturgia di questa XXIII domenica del tempo ordinario illumina le situazioni drammatiche del nostro tempo, che suscitano in ciascuno di noi grandi interrogativi, con l'invito a sperare e affidarci all'amore di Dio, anche se non comprendiamo i suoi disegni.

I testi di questa XXII Domenica del tempo ordinario ci presentano una analisi critica dell'arroganza dei superbi e una illuminante lezione di umiltà evangelica.

La liturgia di questa XVIII domenica del tempo ordinario ci invita a non riporre la nostra sicurezza in beni precari, che svaniscono presto, ma a valorizzare ciò che ci è donato per portare frutti di vita eterna.

Pagina 1 di 7
Newsletter