Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Catechisti parrocchiali di questo mese, propone itinerari, dinamiche e rubriche formative che orientano ragazzi e famiglie all'incontro con Gesù che, quale nuovo Mosè, proclama le Beatitudini, come nuovo programma di vita e felicità, e invita il discepolo ad assumerle per vivere una vita autentica e libera, in relazione con Dio e gli altri.

I magi venuti da lontano riconoscono nella stella l'invito a cercare la novità di Dio; Erode, invece, e con lui i sapienti di Gerusalemme, restano chiusi nel buio del loro cuore.

Giovanni il Battista non sa capacitarsi che Gesù, il Messia atteso e finalmente giunto, voglia farsi battezzare da lui: ma il Figlio è venuto per rivelare la giustizia del Regno dei cieli.

I re magi

Pubblicato in Conoscere la Bibbia
27 Dic 2016

Chi sono i magi e quanti sono? Di loro ci parla il vangelo di Matteo. Sono "sapienti", "esperti" in astrologia; persone che sanno vedere e riconoscere in Gesù il "re dei Giudei".

Un commentario al Vangelo di Matteo che ci caratterizza per la traduzione fedele all’originale greco e la capacità di scandagliare nel profondo la dinamica narrativa del vangelo, lasciata in ombra da precedenti lavori.

Eccolo! La nostra attesa sta per compiersi; la notte sta per lasciare il posto all'aurora di un nuovo giorno e anche il cuore di Giuseppe, visitato dall'angelo, si apre all'imprevedibile dono di Dio.

Rallegratevi! E' il lieto annuncio che il profeta rivolge a tutti coloro che sono poveri, infermi, oppressi; è l'invito dell'evangelista Matteo a ritrovare la speranza per accogliere il Signore che viene.

Catechisti parrocchiali di questo mese propone itinerari, dinamiche e rubriche formative che orientano ragazzi e famiglie all'incontro con Gesù, umile e obbediente, e Figlio amato di Dio Padre, che si lascia battezzare, sì da ravvivare il dono del proprio battesimo, riscoprendosi figli amati e prediletti dal Padre, e chiamati a donare il suo amore.

Nella seconda domenica di Avvento, l'appello di Giovanni Battista alla conversione risuona, ancora oggi, nei deserti delle periferie esistenziali del nostro tempo e chiama tutti a lasciarsi "inondare" dalla luce della Parola.

Nella prima domenica di Avvento, l'evangelista Matteo ci invita a mantenerci desti, attenti ai segni dei tempi, per accogliere prontamente la venuta imprevedibile del Signore.

Pagina 1 di 4
Newsletter