Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Le buone "evasioni" Banco editoriale Paoline 2016

Pubblicato in Problemi sociali
Scritto da 
27 Ott 2016

Parte 2 giorni prima del Giubileo dei Carcerati un'iniziativa solidale che permette a chi entra nelle Librerie Paoline di acquistare libri da donare ai carcerati.

Dopo il successo delle precedenti edizioni (quasi diecimila libri raccolti), la casa editrice Paoline organizza anche nel 2016, dal 4 al 20 novembre, l'iniziativa solidale del Banco Editoriale, in tutte le Librerie Paoline del territorio nazionale. Si tratta di un'iniziativa che s'ispira al più famoso "Banco Alimentare" (nato alcuni anni fa da un'idea di Lorenzo Fazzini, attuale direttore della EMI) e che consiste nell'acquisto di libri che vengono poi donati ad associazioni di volontariato o a sostegno di realtà disagiate.

Un'iniziativa nel segno del Giubileo

Entrando nelle librerie Paoline, si potranno acquistare libri da lasciare in libreria, che saranno poi donati ai carcerati degli istituti di pena delle città dove si trovano le librerie. La casa editrice s'impegna a donare già da subito 500 volumi. Inoltre, i clienti delle librerie potranno godere di uno sconto sui libri acquistati e donati. Il banco editoriale si svolge nel mese di novembre, in considerazione del fatto che proprio in questo tempo si celebra il Giubileo dei Carcerati (6 novembre) e si conclude ufficialmente il l'Anno Giubilare (20 novembre).

L'idea di dedicare questa iniziativa ai carcerati nasce dalle parole di papa Francesco nella Lettera del 1° settembre 2015, con la quale si concede l'indulgenza in occasione del Giubileo. Scrive il papa: "...Il mio pensiero va anche ai carcerati, che sperimentano la limitazione della loro libertà. Il Giubileo ha sempre costituito l'opportunità di una grande amnistia, destinata a coinvolgere tante persone che, pur meritevoli di pena, hanno tuttavia preso coscienza dell'ingiustizia compiuta e desiderano sinceramente inserirsi di nuovo nella società portando il loro contributo onesto. A tutti costoro giunga concretamente la misericordia del Padre che vuole stare vicino a chi ha più bisogno del suo perdono. Nelle cappelle delle carceri potranno ottenere l'indulgenza, e ogni volta che passeranno per la porta della loro cella, rivolgendo il pensiero e la preghiera al Padre, possa questo gesto significare per loro il passaggio della Porta Santa, perché la misericordia di Dio, capace di trasformare i cuori, è anche in grado di trasformare le sbarre in esperienza di libertà".

Non solo dono, ma riflessione e testimonianza

Le buone evasioni. È questo lo slogan, volutamente provocatorio, dell'iniziativa. Il libro infatti, cibo della mente e del cuore, se donato a chi è in carcere può essere un modo per indicare orizzonti di libertà e di dignità che vanno al di là dei confini di una cella. Oltre che un segno di solidarietà, per le Paoline quest'iniziativa rappresenta un contributo alla riflessione concreta sulle condizioni di vita in una di quelle "periferie esistenziali" su cui papa Francesco ha più volte esortato a porre attenzione e cura.

In questo senso, oltre alle librerie, la raccolta dei libri sarà realizzata anche attraverso una serie di eventi - incontri, convegni, reading musicali e più in generale momenti di riflessione e testimonianza - che si svolgeranno in tutta Italia sempre nel mese di novembre.

Tra questi, ne segnaliamo due:

  • Il 5 novembre alle ore 20, presso la Parrocchia SS. Redentore e S. Ciro Martire, a Napoli, si svolgerà il Reading musicale "Dono di Misericordia", condotto dalla cantante Antonella Mattei e dall'autore e compositore don Paolo Auricchio (Vicario Generale della Diocesi di Pozzuoli), in cui i momenti musicali saranno intervallati da testimonianze dal Carcere femminile di Rebibbia e minorile di Nisida.
  • Il 17 novembre, invece, all'Università La Sapienza di Roma (Aula III - Istituto "Guido Castelnuovo", Facoltà di Matematica - Piazzale Aldo Moro), si svolgerà dalle 9.30 un incontro sultema della giustizia riparativa, dal titolo "La giustizia capovolta". Interverranno don Luigi Ciotti, presidente di Libera, Daniela Marcone, vicepresidente di Libera, Francesco Occhetta, scrittore de La civiltà Cattolica e autore del libro da cui prende spunto il convegno, Giovanni Angelo Lodigiani, docente di Giustizia riparativa e mediazione penale, e Grazia Mannozzi, Direttrice del Centro Studi sulla Giustizia riparativa e la Mediazione.

paoline occhetta giustizia capovolta libro v p

La giustizia capovolta
Dal dolore alla riconciliazione

Il volume ribalta un concetto di giustizia che, punendo il colpevole, non tiene conto della riabilitazione della dignità della vittima. Un percorso, questo, che aiuta il colpevole a capire la responsabilità totale del suo gesto che include il riconoscimento del dolore della vittima e apre la strada a gesti di riconciliazione.

 

  acquista

 

8019118023964 p

Dono di misericordia

I 12 canti di questa raccolta mettono in evidenza il tema della misericordia nei vari momenti della celebrazione. Scelti dal repertorio liturgico della Paoline, i brani sono composti da autori come D. Ricci, F. Buttazzo, F. Baggio. 

acquista

Video

Paoline Ufficio Stampa

Ufficio dedicato alla promozione delle produzioni editoriali Paoline presso gli organi di comunicazione e il grande pubblico, sia a livello nazionale che a livello locale, in collaborazione con le Librerie Paoline e altri enti.

Newsletter