Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Narrativa adulti

Avete mai sentito parlare di un violino costruito grazie alle indicazioni ricevute in sogno da un operaio che nella sua vita non aveva mai costruito violini? Sapete che su quel violino è stato composto ed eseguito un brano che ha bussato anche al cuore di papa Francesco e lo ha commosso? Questo l'inizio della sua storia...

Sono trascorsi tanti anni da quel terribile giorno in cui per un istante, lungo un tempo infinito, un bottone ha impedito al sole di sorgere dal Giappone sull'umanità. Era il 9 agosto 1945. A sole 72 ore dalla strage di Hiroshima, su Nagasaki una città di circa 250.000 persone, fu sganciato un ordigno a base di plutonio di oltre cinque tonnellate. Eppure, la forza morale di grandi uomini ha permesso al sole di tornare a splendere. Di uno di loro vogliamo parlare.

La casa... la nostra casa! La mia e la tua. Nulla di più normale e allo stesso tempo nulla di più unico e speciale. C'è un piccolo libro, e c'è un poeta che ha dato corpo a parole speciali: è come uno scrigno e custodisce un prezioso tesoro. Non vi diciamo qual è. Vi invitiamo a scoprirlo, leggendo queste righe che, vi assicuriamo, vi faranno gustare la casa che abitate e la vita che vivete come fosse nuova.

Perché continuare a riesumare il passato... soprattutto se triste? Perché farlo anche quando non ci sono né anniversari né occasioni speciali? Ogni giorno il mondo, vicino e lontano, ha bisogno di qualcosa che dia ossigeno alla speranza: per questo ne parliamo. E l'ossigeno buono non lo forniscono le parole, ma la vita. Per questo vogliamo incontrare un testimone prezioso, sopravvissuto a uno sterminio e consegnatosi al perdono.

Ci sono, eppure non li vediamo. Giacciono come vittime inermi di una società che vuole silenziarli, ignorarli, metterli all'angolo in ambienti, sì, protetti, ma isolati. Eppure loro vivono e offrono alla società nuove possibilità per comprendersi, per costruire il futuro, ma anche per imparare i segreti e i trucchi della longevità. Chi sono?!

Ci sono libri che vanno letti e libri che invece vanno riletti. Joy e la ricerca della felicità appartiene sicuramente a quest'ultima categoria. E non solo: è un libro da leggere e rileggere in estate, o comunque in vacanza, quando siamo più inclini a lasciarci trasportare in una dimensione più umana, senza affanni e distrazioni.

Che significato ha avuto la mia esistenza? Don Roberto lo scopre nel Vangelo sine glossa, senza interpretazioni di comodo o sconti. E così, cercando Cristo, si ritrova non solo nelle periferie del consorzio umano, ma pure ai margini di una Chiesa che, dai vertici, invita con forza a decentrarsi.

Estate: mare, sole e ombrellone o montagna, scalate e vette. Ovunque la viviamo, vorremmo fosse un tempo di relax in cui provare a staccare da tutto lo stress accumulato. Noi vogliamo aiutarvi a farlo, restando, però, in compagnia di alcuni protagonisti del nostro tempo perché ci aiutino ad accendere mente e cuore sul mondo e sulle sue sfide.

L'affermazione che "Non esistono ragazzi cattivi, delinquenti non si nasce, si diventa", ha sollecitato l'Associazione Comunicazione e Cultura Paoline Onlus, sede di Palermo, a un progetto di educazione alla legalità nelle scuole, attraverso laboratori di lettura e video produzione. In particolare partendo da un libro Paoline, Riscatto, di Melo Freni.

Newsletter