Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Ben-essere

Mente, cuore, corpo ed energie fisiche, psichiche e affettive: quando tutto in noi sta bene, allora tutto attorno a noi funziona meglio e la positività, come irrefrenabile energia, si diffonde.

Percorsi di auto-formazione, pagine che ci raggiungano e smuovano in profondità, riflessioni e input per crescere nella capacità di amare, di prenderci a cuore l'altro, di maturare rispetto a ferite profonde e tensioni interiori: in questo ci accompagneranno le rubriche di Ben-essere!

Stare in cucina per preparare cibi sani e gustosi produce gli stessi effetti in autunno e in primavera? O in inverno e in estate? Se non ci accontentiamo di comprare tutto già pronto e congelato, allora i risultati potrebbero essere molto diversi, perché diversi sono i cibi a nostra disposizione. Tra ricette, consigli e pensieri, don Domenico e Virginia ci danno qualche suggerimento.

Quando si vive accanto a una persona con disabilità intellettiva, qual è il modo migliore per starle accanto? Come aiutarla in modo corretto ed efficace? Come far sì che anche per lei ci possa essere un'educazione affettiva e sessuale? Diamo voce a Vittore Mariani pedagogista e collaboratore dell'Opera don Guanella.

Il cambiamento richiede un lavoro di autocoscienza e di autocritica, per imparare a vivere la realtà in cui siamo immersi e di cui siamo fatti come un luogo sempre nuovo, inedito, affascinante. Cambiare è possibile, a condizione che si sia disposti a un mutamento interiore, a un cambiamento profondo della personalità, per sviluppare la propria unicità.

Nell'era in cui tutto è condivisione, mi piace, instagram, online... esistono ancora sentimenti come la vergogna? Di cosa ci si vergogna e, soprattutto, perché? Vergognarsi è positivo o negativo? Abbiamo provato a chiederlo ad Alessandro Meluzzi, esperto e delicato conoscitore dell'animo umano, in occasione dell'uscita del suo ultimo libro.

Esiste una giusta misura per vivere? C'è un segreto per la felicità, la lunga vita, la serenità? Cosa bisogna fare per riuscire a ottenere la tanto ricercata pace interiore? Cosa fare per non passare attraverso stress, ansia, costanti inquietudini? Anselm Grün non sembra avere molti dubbi. E propone il suo segreto per una vita buona e, perché no?, bella. Qual è?

Oggi come viviamo la vergogna? Le precedenti generazioni come manifestavano questa emozione? Generalmente proviamo vergogna quando siamo con gli altri con cui ci interfacciamo. Ma quando le nostre relazioni si sviluppano con il filtro di uno schermo (pc o smartphone) che cosa accade? È vero che siamo portati a condividere tutto... senza alcuna vergogna?

È importante gustare e sentire le cose interiormente, farne esperienza personale. Solo questo approccio porta alla vera felicità, a vivere in pienezza, a conoscere in maniera autentica.

Dovremmo imparare a contemplare gli esseri viventi e le cose la cui bellezza non salta subito all'occhio, perché la bellezza è ovunque, perfino nelle miserie del mondo, se esercitiamo il nostro modo di guardare.

La nostra infelicità è spesso dovuta a un errore di prospettiva. Correggendo impercettibilmente il nostro sguardo, o il punto di vista che ci serve come riferimento, può cambiare la nostra visione del mondo, della vita e degli altri.

In una società dove la spinta alla competizione e al successo è sempre più insistente, non è facile non lasciarsi risucchiare nel vortice delle richieste che, facilmente, fanno leva sull'esteriorità dell'individuo; sull'apparire più che sull'essere.

Pagina 1 di 3
Newsletter