Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Il sorriso fa vivere il mondo In evidenza

Pubblicato in Cura di sé
Scritto da  Giuliano Guerra
17 Mag 2017

Il sorriso: cos'è? quando è vero? Come riconoscere le emozioni positive? Come sorridere di fronte a momenti difficili? E poi il sorriso può cambiare le relazioni? Può migliorare il mondo? Giuliano Guerra, medico e psicoterapeuta, prova a rispondere. Lui ne è convinto: sorridere fa sì che la vita ci sorrida!

La nostra esistenza si svolge e matura attraverso vicissitudini ed eventi a volte lieti e creativi, altre volte dolorosi e impegnativi; attraverso l'alternarsi di momenti che ci arrecano perdite, conflitti, distacchi, separazioni, lutti, malattie con altri momenti in cui viene celebrata la sacralità della vita in modo sereno e gioioso. Un'esistenza che, per la maggior parte degli esseri umani, trascorre senza che essi si interroghino troppo sul suo senso, sul suo valore e significato, e senza che riescano a percepire la dolce presenza di un Creatore che «ci raccoglie amorosamente nelle sue mani e si occupa del nostro esistere».

Lo fa in tanti modi: attraverso difficili prove che dobbiamo affrontare e momenti di crisi che servono a irrobustirci e a trovare nuovi passaggi, preziose opportunità per rinnovarci, maturare ed evolvere; oppure presentandoci eventi sincronici, coincidenze, incontri importanti tramite i quali si schiudono nuove fasi di vita, sviluppi professionali, relazioni affettive che generano emozioni positive e slanci creativi.

In altre occasioni ancora si pone in modo delicato e premuroso e ci guida a trovare percorsi di consapevolezza e di ricerca introspettiva che si evolvono per mezzo di un silenzioso raccoglimento interiore, intenso, produttivo di momenti di intuizione e illuminazione.

Il sorriso

È seguendo uno di questi misteriosi disegni con cui, in maniera amorevole e costruttiva, prende forma la vita di ognuno di noi che è nato l'ultimo mio libro.
Di fronte all'importante e gratificante suggerimento dell'Editore Paoline, la mia risposta è stata immediata. Senza esitare ho prontamente detto: «Eccomi, ci sono, va bene. Vi ringrazio tantissimo per questa opportunità».

Mentre prendevano forma i vari capitoli, mi convincevo sempre di più del fatto che esiste una profonda differenza tra le manifestazioni del sorriso collegate alla nostra natura umana e alle attività neurochimiche del cervello da una parte e, dall'altra, la forza, l'energia, la leggerezza, la gioiosità, l'immensità, la potenza del sorriso che scaturisce «dallo straordinario campo magnetico del cosiddetto "cervello del cuore"». Un modo metaforico per indicare il circuito della coscienza, oggetto di recenti studi da parte dei neuroscienziati d'avanguardia: quel luogo misterioso sede del Sé e della consapevolezza, secondo le indicazioni dei saggi, dei mistici e dei maestri illuminati.

Il vero sorriso

Un conto è il sorriso che si manifesta nel volto umano in seguito all'attivazione di uno dei moltissimi programmi che la mente ha «caricato» nelle sue reti neuronali, in base alle esperienze fatte nel corso della vita che via via viene vissuta (sorriso che, pertanto, può essere, a seconda del comportamento manifestato: manipolatorio, seduttivo, di cortesia, di conquista, di amicizia e simpatia, di inganno per mascherare altri stati d'animo...), un conto è il vero sorriso. Quello autentico, profondo, che nasce dalla dimensione spirituale dell'uomo, dalla sua natura divina, che in modo allegorico possiamo dire essere collocata nel «cervello e maestro» del cuore. Il sorriso del saggio, del maestro illuminato, di un uomo consapevole della propria natura spirituale.

Ecco, è questo il vero sorriso: un atteggiamento verso la vita che si manifesta non tanto come formalità esteriore e visiva nel volto della persona, quanto soprattutto attraverso tante altre modalità, corporee, psicologiche, energetiche, comportamentali, di relazione sociale...
È una potente forza non misurabile, complessa, con infinite sfaccettature, risultante dalla consapevolezza della propria dimensione spirituale che va ben oltre la prigionia delle reti neuronali codificate e i ristretti limiti dell'incompletezza umana.
L'energia del sorriso che viene da questa profondità interiore trasmette positività, serenità.
È luminosa, dotata di sconfinata potenza realizzativa, collegata con la nostra essenza divina e ci unisce istantaneamente ai progetti amorevoli del Creatore della vita. La leggerezza del sorriso del cuore ci porta nel flusso spontaneo delle correnti vitali dell'Universo, alle quali ci possiamo fiduciosamente abbandonare per lasciarci trasportare senza intoppi, con armonia, permettendo che «tutto accada come deve essere che accada».
Un sorriso che ci guida a uscire dall'incompletezza umana, a risolvere il malessere esistenziale, per trovare l'elevazione spirituale e il vero senso dell'esistenza.

Alleggerirci e purificarci

Per elevarci, per proiettarci verso il Creatore, per accogliere il suo amorevole abbraccio, ci sono però alcuni presupposti fondamentali da soddisfare: alleggerirci dei pesi inutili e purificarci dalle emozioni distruttive; sviluppare pensieri positivi e manifestare comportamenti altruistici; saperci riconciliare con gli affetti profondi, dimenticati, negati o che cerchiamo di evitare; crearci luoghi di silenzio per uscire dalla confusione, dallo stordimento quotidiano, dal caos per poter ascoltare i messaggi del Sé.

Usando un'allegoria, si potrebbe affermare che per innalzarci al di sopra delle nuvole ed essere accolti dalla luminosità del sole, dal suo potente sorriso, vitale e rigenerante, dobbiamo sbarazzarci di tutte le pesantezze che ci mantengono negli strati oscuri della coscienza inferiore. Seguendo questo percorso evolutivo potremo coltivare e sviluppare, con atteggiamento sereno e gioioso, l'energia vivificante del sorriso, espressione di benessere e amore, così da comunicarla, condividerla e trasmetterla in modo coinvolgente anche alle altre persone.

9788831547727 p

Il sorriso
Positività che viene dal cuore

Il sorriso è una caratteristica umana ed è una comunicazione fondamentale; a partire da questa constatazione, l'Autore indica nel sorriso una delle più grandi e contagiose energie vitali.

acquista  

Newsletter