Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Il Dossier Ragazzi & Dintorni, in questo mese affronta il tema: "Attiva la speranza", che orienta ad accendere la speranza, superando lo scoraggiamento, e sviluppando la capacità di desiderare e attendere; di distinguere il bisogno dal desiderio; di crescere in impegno e fedeltà. Confidando in Gesù, fondamento della speranza, e ispirandosi Vangelo, scuola di speranza.

"Attiva la speranza"

La speranza è un cocktail di diversi ingredienti, ma quello essenziale, che amalgama gli altri, è la fiducia. In cosa o in chi?... Gesù è la nostra speranza. Il Vangelo è una scuola di speranza, in quanto ci indica quella fondata su false aspettative e quella autentica che non svanisce. Oggi viviamo, però, situazioni critiche che «tolgono» la speranza; tuttavia non bisogna arrendersi di fronte alle difficoltà, ma affidarsi al Signore che ci illumina e ci sostiene. Educare la/alla speranza comporta sviluppare la capacità di desiderare e crescere nell'impegno, nella costanza e fedeltà. Con le canzoni: «accendiamo la speranza», così da lottare per un mondo migliore, e seminare speranza. Nel web ricerchiamo i testimoni di speranza, per diventare «annunciatori di speranza». Con la Celebrazione chiediamo di diventare costruttori di reti di speranza, amore, gioia.

Qual è l'identikit di chi spera? Quali sono i suoi tratti caratteristici, le sue scelte, i suoi atteggiamenti? • Come vive chi sceglie di essere un seminatore di speranza? • È davvero uno con i piedi per aria? • È un utopico fuori contesto?
Ponete queste domande ai ragazzi, ascoltate con attenzione ciò che dicono. Potrebbero emergere spaccati di vita interessanti, anche forse un po' borderline (al limite). Ma sarà espressione della loro esperienza e frutto delle loro convinzioni personali e/o sociali. Ascoltate insieme, poi, Spiriti del sole. La canzone offrirà un chiaro identikit della persona capace di sperare, di credere nel cambiamento, di combattere per migliorare qualcosa, di non cedere allo scoraggiamento...
Ritornate, quindi, insieme sul cartellone iniziale: • Chi, a questo punto, è disposto a farsi carico di una «speranza da accendere»? • Quale atteggiamento è disposto a mettere in gioco? (Mariangela Tassielli).

In questo numero

«Mai senza speranza» - Focus
Su che cosa o su chi fondare la speranza? Non è una domanda irrilevante. La speranza, infatti, non basta a se stessa. Ogni speranza ha bisogno di affondare le sue radici in qualcosa/Qualcuno che la nutra, ne abbia cura, l'aiuti a crescere - Barbara Corsano

Gesù è la nostra speranza - Bibbia nella vita
Ogni pagina dei Vangeli è un canto alla speranza. Affinché la speranza sia una carica di energia umana e spirituale deve spingere verso beni autentici e deve poggiare su un fondamento che non inganna e non svanisce. Il fondamento, nei Vangeli, è soltanto Gesù - Tonino Lasconi

Affidarsi, sperando - EducAzione
È bene contribuire alla ri-costruzione e all'analisi dei racconti della speranza: il viaggio del popolo di Israele; la storia di Abramo o di Maria; i giorni della passione-morte-risurrezione di Gesù possono diventare paradigmi del circuito della speranza... Fidandosi di una Parola. Affidandosi a chi l'ha pronunciata. Cioè: sperando - Luigi Russo

Una speranza in crisi - Attualità
Molti giovani si lasciano vivere, non intravvedendo alcuna prospettiva per la loro esistenza. Eppure senza «la speranza», forza che fa da lievito alla realtà, non c'è avvenire. Occorre sperare sempre, contrastando ogni disperazione, e poi affidandoci al Signore, certi che egli non ci abbandona - Fausto Negri

Testimoni di speranza - In rete
Nel web ricerchiamo i testimoni di speranza, non solo santi, ma anche gente comune che si è resa disponibile agli altri, per diventare anche noi annunciatori di speranza, e realizzare un tg di buone notizie, da offrire su YouTube - Dalia Mariniello

AAA Speranza cercasi - Musica e fede
I ragazzi raccontano la loro speranza tramite una canzone... Poi si propone loro una sorta di gioco di ruolo, costruendo una sceneggiatura teatrale, a partire dalla canzone "Il miglior difetto", da mettere in scena e rappresentare anche in parrocchia - Mariangela Tassielli

La speranza è l'ultima a morire - Ciak, si gira
In "La vita è bella" l'Olocausto non è il vero argomento del film. Benigni racconta dell'eroico tentativo di come la fantasia riesca a salvare l'uomo, di come la libertà della mente possa riscattare la prigionia del corpo. Per rendere sopportabile al piccolo Giosuè un lager nazista, Guido traveste la realtà, la presenta in forma giocosa, salvando la sua fiducia nella vita - Alberto Anile

La Speranza con la S maiuscola - Arte ed emozioni
Il quadro di Van Gogh "Risurrezione di Lazzaro" rimanda a Gesù, "Risurrezione e Vita". Il paesaggio è dipinto con diverse tonalità di giallo, che dà un grande effetto di luminosità, ma anche di aridità e siccità. Le colline, con tratti azzurri, separano il cielo dalla terra illuminata dal caldo cocente del sole. Il verde predomina negli abiti di Marta e Maria - Fausto Negri

Frammenti di eterno - Test
La speranza è apertura che lascia passare frammenti di eterno, per raccontare a tutti le meraviglie che Dio fa nella nostra vita. Verifica se la tua speranza è attesa di gioia, certezza fiorita sul dubbio - Maria Teresa Panico

La rete della speranza - Celebrazione
Sperare è «tendere verso», essere tesi com'è tesa una corda tirata! Per noi cristiani la speranza è essere tesi verso Dio, uniti a lui e fra noi, per costruire una rete di speranza, amore, condivisione. Pezzetti di corda, che ogni ragazzo lega alla Bibbia, vogliono esprimere il legame con la Parola, fonte di speranza, e l'unione fra loro - Dalia Mariniello

Shahbaz Bhatti: Martire cristiano di oggi - Testimoni
Shahbaz, nel desiderio di servire Gesù in tutti, si impegna per l'uguaglianza, la giustizia sociale, la libertà religiosa, e per elevare e dare potere alle minoranze religiose; sostiene una legislazione che eviti l'incitamento all'odio. È pronto a difendere i diritti di tutti, soprattutto di poveri e oppressi, anche a rischio della sua vita. È ucciso il 2/3/2011 - Biancarosa Magliano

Ragazzi e dintorni 5 - febbraio 2017Catechisti parrocchiali n. 5
febbraio 2017

Il tema fondamentale di questo numero è l'essere solidali con Gesù. Tutte le rubriche e i sussidi sono orientati a una catechesi che punta a realizzare il progetto di Dio su noi e sul mondo, guidati dalla vita di Gesù, dal Battesimo in avanti.

Il Dossier orienta ad accogliere la tristezza come parte della vita

M. Rosaria Attanasio

M. Rosaria Attanasio, delle Figlie di san Paolo, è nata a Nocera Superiore (SA). Laureata in Lettere con indirizzo storico-sociologico, ha seguito studi in ambito di teologia e comunicazione, e ha conseguito la Licenza in Catechetica e Pastorale giovanile. Ha svolto attività redazionale, animazione biblica e giovanile in Italia e in Brasile.

Attualmente è direttrice di Catechisti parrocchiali, membro della Consulta dell’Ufficio Catechistico Nazionale e dell’Associazione Italiana Catecheti (AICa); si dedica a incontri di formazione per i catechisti. Ha al suo attivo pubblicazioni di libri e articoli in diverse riviste. 

Newsletter