Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Animazione e catechesi

La fede è un incontro, un evento di comunicazione, di condivisione e comunione. Perché sia possibile per tutti ha bisogno di piccoli strumenti, anche linguistici, che aiutino ad abbattere qualsiasi ostacolo. Per questo alcune preghiere della tradizione cristiana sono state tradotte e riofferte in LIS (la Lingua Italiana dei Segni).

«Dio, dove sei?», Gesù guardava in cielo quando pregava?, Dio è sempre e solo in quello spazio non toccabile?... Sono alcune delle tante domande dei nostri ragazzi su Dio. Con il supporto dei canti di Daniele Ricci dall'opera Rock "Il Messia", proviamo a conoscere un pò di più questo nostro Dio e Padre.

Preghiere in musica per bambini, canti semplici, espressivi e orecchiabili da utilizzare in famiglia e in altri ambiti, in diverse circostanze, per accompagnare i più piccoli nella conoscenza e nel rapporto con Dio.

Dio è Padre. Proveremo, attraverso la musica, a orientare i ragazzi a vivere un'esperienza profonda e concreta di Dio Padre. Faremo riecheggiare il contenuto dei singoli versetti sulla loro storia personale e l'attualità della loro vita. Ci aiuteranno alcune canzoni dedicate alla vicenda umana di Gesù. Sono tratte dall'album di Daniele RicciIl Messia. Opera rock, Paoline.

Il video-racconto per ragazzi: Il paese dei pozzi fa emergere il dualismo tra il vivere in superficie o in profondità e invita a una scelta tra essere o avere. Varie le proposte per un utilizzo in ambito catechistico o scolastico.

Uffa che rabbia! La rabbia come l'affrontiamo? può divenire fonte di gioia? Scopriamolo insieme! Arrabbiarsi è normale, ma occorre andare controcorrente e trasformare quella rabbia in energia positiva, in gioia esplosiva!

Paura, social, ragazzi... Quale paura caratterizza i nativi digitali? È l'argomento che viene affrontato per aiutare gli adolescenti a vivere con positività la loro relazione con i social e con la rete in generale senza farsi schiacciare da essa.

In una società «disperata», in cui i media ci presentano situazioni di vero sconforto: persone sfiduciate, stanche, è possibile percepire segni di speranza? È possibile testimoniarla concretamente? Come? Ecco alcune proposte da sperimentare con i ragazzi.

La tristezza è un'emozione da evitare? È possibile vincerla attraverso l'utilizzo della rete? Ecco una proposta da vivere con i ragazzi per riflettere su una delle emozioni che se da una parte fa paura dall'altra è molto viva tra i giovani. 

Quante volte rimaniamo a "bocca aperta", stupiti, davanti a immagini, post, video che ci propongono i social? Proviamo a entrare con i ragazzi in questo mondo per stupirci insieme a loro, confrontarci, riflettere e provare a stilare un decalogo dello stupore che emerge dalla rete, sia in positivo che in negativo...

Pagina 1 di 3
Newsletter