Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Vedete, sono uno di voi Cineforum In evidenza

Pubblicato in Cineforum
Scritto da 
21 Set 2017

Vedete, sono uno di voi di Ermanno Olmi, con rigore e metodo, racconta la vita del cardinale Carlo Maria Martini, un personaggio che ha segnato profondamente la realtà del nostro tempo.

Il Film

L'opera unisce, attraverso la ricca documentazione dell'Istituto Luce-Cinecittà, delle Teche Rai e di altri archivi, la storia personale di Carlo Maria Martini ai momenti significati della Chiesa e dell'Italia degli ultimi decenni. Rafforzato da una ricca documentazione visiva, il film delinea il ritratto di questo autorevole rappresentante della Chiesa cattolica, sempre fedele ai suoi principi e valori. La narrazione ripercorre le tappe significative della sua vita: la fanciullezza, la vocazione, il ministero, gli insegnamenti. Guidato dalle sue memorie, Olmi porta lo spettatore a scoprire fatti e azioni di questo grande testimone della fede in Cristo Gesù, che ha vissuto tutta la sua vita come una risposta alla chiamata del Padre.

Per riflettere dopo aver visto il film

Un aspetto cinematografico singolare di Vedete, sono uno di voi lo troviamo al suo interno. In una struttura originale, creata da un regia severa e precisa, assistiamo ad un alternarsi di posizioni. Da una parte troviamo il regista che, affiancandosi in modo diretto a Carlo Maria Martini, gli offre la sua voce. Dall'altra parte, il cardinale Martini consegna il filo dei suoi ricordi a Olmi, il quale, facendosi carico di questa preziosa eredità, la trasferisce sullo schermo con densità e vigore. La potenza della comunicazione viene così rafforzata attraverso una struttura narrativa semplice e profonda che mette in luce il fortissimo legame tra il personaggio e l'artista. Lo spessore spirituale dell'uomo di Chiesa si rivela pienamente nella narrazione di Olmi, nel suo ripercorrere la vita e le stagioni come unica composizione cinematografica che descrive le tappe principali e i luoghi che lo hanno visto protagonista: Torino, Roma, Milano e Gerusalemme. Il nucleo di tutta la riflessione resta comunque l'uomo Martini, la sua presenza nel mondo, la forza della sua fede.

Una possibile lettura

Con Vedete, sono uno di voi ci troviamo ancora una volta di fronte all'originale raccontare di Ermanno Olmi che si manifesta attraverso piccoli ma significativi particolari: una finestra, una stanza, un letto, una voce. L'opera è una canto per immagini che ha saputo comunicare con forza e rispetto la storia di un uomo senza cadere nella tentazione della celebrazione agiografica. La regia accurata e originale lascia emergere il ministero sacerdotale del cardinale Martini e il suo amore per la Parola e per il prossimo. Tutto è segnato dalla voce leggera e grave di Olmi, dal suo stile rigoroso e asciutto di indagare la fede e l'uomo. Un narrazione chiara e professionale che riesce ad emozionante profondamente lo spettatore. Alla fine ci viene restituita la figura intensa di Carlo Maria Martini in grado ancora oggi di parlare al mondo. Una testimonianza senza tempo, avvincente e provocatoria, che comunica una fede vera e profonda di un grande testimone del Vangelo.

Guarda uno spezzone del docu-film Vedete, sono uno di voi, trasmesso all'interno del programma di informazione cinematografica di Tv2000; Effetto notte (fonte: Tv2000it, 20 febbraio 2017).

Titolo Originale: Vedete, sono uno di voi
Genere: Documentario
Regia: Ermanno Olmi
Collaborazione alla regia: Giacomo Gatti
Interpreti: card. Carlo Maria Martini (1927-2012)
Nazionalità: Italia
Distribuzione: Istituto Luce Cinecittà
Anno di uscita: 2017
Origine: Italia (2017)
Soggetto e Sceneggiatura: Marco Garzonio, Ermanno Olmi
Fotografia: Panoramica/b&n,colore): Fabio Olmi
Musica: brani da Giuseppe Verdi, Fabio Vacchi
Montaggio: Paolo Cottignola
Suono: Francesco Liotard, Paolo Cottignola
Durata: 76'
Produzione: Istituto Luce Cinecittà con Rai Cinema
Giudizio Commissione Nazionale Valutazione Film della Conferenza Episcopale Italiana: Raccomandabile/realistico/dibattiti ***
Tematiche: Bibbia; Cinema nel cinema; Evangelizzazione-missione; Giustizia; Tematiche religiose; Terrorismo;
Note:
- Realizzato grazie all'utilizzo del Credito d'imposta previsto dalla legge 24 dicembre 2007 n.244 ai sensi delle norme del tax credit; con il supporto del Mibact-direzione generale cinema.
- Ricerche d'archivio: Nathalie Giacobino.
- Archivi Audiovisivi: Archivio Storico Luce, Rai Com, Rsi Radiotelevisione Svizzera di lingua italiana, Centro Televisivo Vaticano, Telenova-Multimedia San Paolo, Zdf.
- Archivi Fotografici: Archivio della Pontificia Università Gregoriana, Archivio Storico Diocesano di Milano, Contrasto, Olycom, Archivio Fotografico Famiglia Martini, Rai Com.

Teresa Braccio

Suor Teresa Braccio, della Congregazione delle Figlie di San Paolo, è nata a Campochiaro (CB, Italia) il 27/12/1948.
Responsabile del Segretariato Internazionale di Comunicazione del suo Istituto, è esperta di comunicazione e del linguaggio cinematografico. Collabora a convegni e corsi di comunicazione e di cinema, è membro della Commissione Nazionale Valutazione Film della Conferenza Episcopale Italiana. Scrive recensioni di film per conto della rivista Consacrazione e Servizio dell'USMI nazionale e del sito www.paoline.it.

Newsletter