Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Ecumenismo

Tra il 22 febbraio e il 16 maggio 2017 all'Antonianum di Roma sono previsti quattro incontri organizzati dall'Ateneo in collaborazione con le Paoline sul tema: Riforma e Riforme, una ricchezza per la Chiesa, come contributo alla riflessione sui 500 anni della Riforma luterana.

Il movimento che oggi si chiama ecumenismo, ha preso forma attraverso molti anni di incontri. L'Istanza iniziale era quella di creare un'intesa tra le comunità ecclesiali della Riforma, e in particolare tra le comunità anglicane, in vista della missione. L'esigenza però si è man mano approfondita fino a coinvolgere in tempi diversi tutte le confessioni cristiane, questi "fratelli separati" che oggi cercano di ricostruire l'unità.

Alla domanda "Perché Giovanni Paolo II non è potuto andare a Mosca benché lo desiderasse molto?", "Perché in America ogni matrimonio può essere benedetto da un pastore mentre in Italia si può celebrare un solo matrimonio religioso?", "Perché i protestanti ordinano preti e vescovi donne mentre i cattolici lo vietano?" si può rispondere solo se si ha conoscenza delle diverse e specifiche confessioni cristiane...

La vita umana è costituita dalla relazione: si diventa se stessi nel continuo incontro con gli altri. Nel tempo odierno le relazioni affrontano interrogativi sconosciuti alle generazioni precedenti, prodotti dalle neuroscienze, la bioetica, il mondo della comunicazione mediatica.

La necessità di sviluppare il dialogo tra le religioni non può distogliere l'attenzione dal cammino ecumenico, ovvero il percorso di riconciliazione tra le confessioni cristiane, nel quale lavorano molti organismi, come il Segretariato Attività Ecumeniche.

«Ecco che, avendo cercato di incontrarci l'un con l'altro, abbiamo incontrato, insieme, il Signore. E lui verrà a unirsi al nostro cammino e ci indicherà la via da seguire» (Athenagoras).

Newsletter