Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Madre Teresa di Calcutta La "matita" di Dio

Pubblicato in Protagonisti
Scritto da 
25 Ago 2016

È così piccola, ma niente è piccolo in lei (Indira Gandhi). Teresa di Calcutta: la "matita di Dio" ha scritto opere grandi e le Paoline le raccontano con alcune pubblicazioni.

Una matita che ha scritto bene, o, come Madre Teresa stessa sottolinea, una matita che è stata usata da Lui. Così bene, a lettere così chiare, che il 13 settembre 1997 il Primo Ministro indiano conferiva l'onore dei funerali di Stato a questa piccola suora cattolica di origini albanesi. Questo onore era stato tributato al Mahatma Gandhi e a Jawaharlal Nehru. Come a dire che l'India vedeva in questa piccola donna, una grande anima in cui riconoscersi, al di là della sua appartenenza religiosa.

Franca Zambonini, già vicedirettore di Famiglia cristiana e ora opinionista dello stesso settimanale, nel volume "Teresa di Calcutta. La matita di Dio", giunto alla sua undicesima edizione, racconta quello che lei, come inviato speciale di Famiglia cristiana, ha vissuto per più di un mese accanto a questa donna straordinaria. Un libro-intervista che ancora oggi rimane uno dei più belli su Teresa di Calcutta, anche perché in queste pagine si parla sì di Madre Teresa, ma attraverso le sue opere, i suoi poveri. Ed era quello che Madre Teresa voleva più di tutto.

Una donna speciale

Il suo impegno radicale verso i poveri, i suoi giudizi severi sulle ingiustizie e sul mancato rispetto della vita l'hanno portata ad incontrare moltissime personalità politiche e religiose e l'hanno, di conseguenza, esposta molto spesso agli sguardi dei media. Poche personalità della nostra epoca hanno avuto così tanti riflettori puntati e c'è da chiedersi come questa donna potesse coniugare un servizio così radicale ai poveri e una vita pubblica, fatta di relazioni intense e impegnative. In un libro, sempre a firma di Franca Zambonini, "Madre Teresa. La mistica degli ultimi", l'Autrice rilegge la vita di Madre Teresa alla luce della dimensione mistica del suo impegno: Dio cercato, amato e servito nei poveri.
Questa dimensione privilegiata ha reso possibile un impegno tanto radicale!

paoline madre teresa bello x dioUn altro giornalista è rimasto affascinato da Madre Teresa: Malcolm Muggeridge, famoso giornalista inglese che nel 1969 ha girato per conto della BBC un fortunato servizio televisivo dal titolo "Qualcosa di bello per Dio", registrando con la sua telecamera i gesti e le opera di questa... Matita di Dio. Questo reportage è diventato poi un libro, pubblicato per la prima volta in Italia nel 1972. Come è facile immaginare, non è una biografia e neppure un saggio su Madre Teresa, ma una raccolta di fotografie che parlano da sole, anche se l'Autore ha voluto trascrivere alcune impressioni e riflessioni scaturite dal suo lavoro di reporter.

Gioiosa e trasparente

Madre Teresa desiderava essere una goccia di acqua pulita... e di acqua pulita ne sapeva qualcosa, lei che aveva scelto di vivere nei sobborghi più poveri e più trascurati di Calcutta! Questa trasparenza e freschezza erano anche nel suo modo di essere e il card. Angelo Comastri ha scelto questa espressione per dare il titolo al suo libro "Madre Teresa. Una goccia di acqua pulita" in cui trascrive emozioni, ricordi e confidenze, lasciando emergere di lei un'immagine spontanea e lontana da ogni stereotipo.

Madre Teresa era una donna positiva e non potrebbe essere diversamente; parlava spesso della gioia, della voglia di vivere che deve poter contagiare chiunque. In occasione della sua canonizzazione (4 settembre 2016), per chi desidera conoscere non solo la sua biografia, ma anche riflettere su alcuni punti-forza della sua vita, le Paoline pubblicano "Con Madre Teresa. 24 proposte per una vita felice", di L. Guglielmoni e F. Negri, un agile strumento di riflessione a partire dal nostro quotidiano: 24 tappe sui temi che ci coinvolgono: il lavoro, la gioia, il perdono, i bambini, la famiglia, il sorriso, la paura, l'ottimismo... Non sono ricette, ma provocazioni che possono accompagnare alcuni momenti della nostra vita.

La canonizzazione di questa donna, che ha attraversato in modo incisivo il secolo scorso, punta ancor più decisamente i riflettori su di lei. Forse oggi più di sempre è urgente conoscere la storia di questa donna, le sue scelte a difesa della dignità e della grandezza della vita umana, dignità e grandezza che non dipendono da condizioni o situazioni più o meno fortunate, ma dall'impronta del Trascendente presente in ogni persona.

"Sono come una piccola matita nelle Sue mani, nient'altro...
La matita deve solo poter essere usata".

(Madre Teresa di Calcutta)

 

mt paoline madre teresa libri blog

Beatrice Salvioni

Figlia di San Paolo, ha Lavorato a emittenti radiofoniche e televisive e presso l'Ufficio Stampa delle Paoline e tuttora Lavora nella Diffusione Paoline.

Newsletter