Passi verso la vita

Il meeting dei cresimandi

La preparazione alla Confermazione, per un giovane cristiano, è una tappa tra le più importanti del cammino di iniziazione, e questo lo sanno bene tutti i catechisti; eppure in tutto il cammino c'è un aspetto particolarmente trascurato: la dimensione ecclesiale.

Per questo motivo può essere molto efficace proporre, nella fase conclusiva, un vero e proprio meeting diocesano. Noi lo abbiamo vissuto con la diocesi di Aversa (CE) e ve lo raccontiamo, riflettendoci su!

Qualche tempo fa, ci è stato chiesto, congiuntamente dagli uffici diocesani di pastorale vocazionale, catechesi e pastorale giovanile, della diocesi di Aversa, di organizzare il meeting diocesano dei cresimandi: si trattava di pensare qualcosa che riuscisse a coinvolgere coloro che si stavano preparando alla Confermazione per farli sentire parte di un progetto più grande e di una grande famiglia: la Chiesa.

Occorreva dunque far emergere: la dimensione vocazionale e la dimensione ecclesiale della fede cristiana; dimensioni che, spesso, nei percorsi catechistici, sono sostanzialmente trascurate. Ai ragazzi infatti si parla di Chiesa, ma difficilmente si fa sentire e sperimentare il loro essere Chiesa. Li si vuole in chiesa per la messa, ma pochi catechisti riescono a inserirli, dopo la Cresima, nel tessuto vivente e vibrante della parrocchia. Se poi l'orizzonte diventa diocesano, la situazione si complica. Eppure proprio la diocesi dà il senso effettivo e concreto dell'essere una grande famiglia radunata in Cristo; proprio il sentirsi parte di una Chiesa che va oltre i confini di "casa mia", il confrontarsi con altri coetanei che vivono in altre situazioni la stessa fede, permette ai ragazzi di crescere e di maturare nella fede della Chiesa, e nella sua intrinseca dimensione missionaria e apostolica.

La dimensione vocazionale poi è ancora più in crisi, così che tutto il percorso di Iniziazione Cristiana, più che essere un cammino di maturazione nel vivere da figli di Dio, rispondendo al Signore che chiama, diventa una lunga e a volte noiosa preparazione, necessaria ai sacramenti, spesso vissuti e proposti come il vero fine pratico di tutto.

Pertanto, radunare attorno al vescovo tutti i cresimandi che nell'anno devono celebrare il sacramento della Confermazione, preparare per loro un momento conclusivo e accompagnarli con un itinerario di preparazione al meeting, vissuto sia in parrocchia che in forania, può diventare un'occasione importante e forse fondamentale per la loro stessa vita.

Alcune indicazioni pratiche

La scelta della data, per esempio, potrebbe essere non casuale: per noi infatti non lo è stata. Abbiamo voluto radunare i ragazzi, nel cuore del tempo pasquale, tempo, per eccellenza, dello Spirito, della testimonianza, della fede, della risposta di chi sceglie se continuare a seguire Gesù morto e risorto. Noi abbiamo preferito la vigilia della domenica del buon Pastore, IV del tempo di Pasqua, Giornata Mondiale di preghiera per le vocazioni, proprio perché fosse chiaro che la Confermazione ci rende capaci di una risposta da dare a Dio, nella Chiesa.

Il tema: Passi verso la vita, ha accompagnato i ragazzi, attraverso alcuni segni, prima e durante l'incontro. Lo Spirito, con i suoi doni, non fa altro che accompagnarci verso la vita vera, verso la gioia più piena. Ci permette di mettere i nostri piedi sulle orme del Vangelo, che è lo stesso Gesù di Nazaret, vivente e parlante.

La preparazione in parrocchia: per aiutare i ragazzi a zoomare sullo Spirito santo e sui suoi doni, il meeting è stato preceduto da una serie di incontri di preparazione vissuti in parrocchia, attraverso delle schede operative fornite dal centro diocesano ai catechisti. Si voleva che tutti arrivassero al meeting con una preparazione omogenea che, nello stile, aiutasse un approfondimento del tema in modo fresco e dinamico, associando la fede e la musica leggera.

Dalla parrocchia alla forania: passaggio necessario e non trascurabile. Alcuni rappresentanti dei gruppi parrocchiali si sono radunati in forania per costruire ed elaborare, in un lavoro di squadra, alcuni simboli specifici, assegnati secondo una griglia prestabilita, da riproporre poi nel meeting diocesano a tutti gli altri gruppi.

Le positività emerse sono state molte e a più livelli. Indubbiamente un forte coinvolgimento dei ragazzi e dei gruppi. I catechisti, grazie al percorso dettagliato e alle relative schede di lavoro, si sono sentiti sostenuti e supportati concretamente in quello che di solito è un lavoro molto impegnativo. La dimensione ecclesiale è emersa in tutta la sua forza catalizzatrice, formatrice e missionaria. La prospettiva vocazionale ha attraversato ogni momento, dando spessore e concretezza esistenziale alla fede cristiana, come proposta di uno stile di vita segnato dalla pienezza del Vangelo.

Il meeting dei cresimandi, per la Diocesi di Aversa, è stata una significativa tappa a cui si sta dando continuità.


Condividi

passi-verso-la-vita.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA