Ragazzi & Dintorni n. 3 - Marzo 2016

Il Dossier, Ragazzi & Dintorni, "Grande Gesù", di Marzo 2016, focalizza la persona di "Gesù giusto, non furbastro". Gesù è
"Il giusto che non usa furbizie", perché non ha interessi da difendere, ma persone da amare. La sua giustizia si esprime nell'«accoglienza» di tutti gli emarginati e dei senza diritti: pubblicani, peccatori, malati, donne, bambini...

Giusto, non furbastro

Focalizzare la figura di Gesù, «giusto, non furbastro», ci mette in crisi, assieme ai ragazzi, in quanto ci catapulta nei tanti scandali e disonestà, attuali! Né è sufficiente una giustizia egualitaria, per porvi rimedio. La giustizia di Gesù va ben oltre «il limite della misura». Essa è fondata sull'amore. È bene, quindi, individuare le possibili soluzioni alle ingiustizie, alla luce della parola e dei gesti di Gesù, il giusto per eccellenza, per imparare da lui, e impegnarsi ad accogliere e «integrare gli altri». La ricerca può continuare nel web, anche per lanciare messaggi costruttivi. Il confronto con due testimoni, Martin Luther King (film) e don Peppino Diana apre a prospettive di impegno per la promozione della dignità degli altri e della legalità. Con il Test si verifica se si è disposti a scommettere su onestà e giustizia. Nella Celebrazione si chiede al Signore di diventare amorevolmente giusti, come è lui.

Proposta per i ragazzi
Si propongono ai ragazzi gli «Esercizi da vivere per restare in forma!». C'è da riflettere sul fatto che la giustizia non è una realtà facile da costruire, da scegliere, da vivere, soprattutto in un mondo segnato profondamente da corruzione, malaffare, omertà, opportunismo e falsità, a tutti i livelli. Lo stesso Vangelo mette in guardia, riconoscendo la giustizia come una delle cause di persecuzione. Eppure la giustizia, prima che un dovere verso il mondo, è un sacrosanto diritto del mondo.
Zoom su di te. Prendi la lente di ingrandimento e guarda le tue azioni, le tue scelte in situazioni particolari (quando per esempio per difendere qualcuno potresti finire male tu), le tue parole e soprattutto i tuoi silenzi.
• Prendi coscienza di come tu agisci veramente.
• Più giustizia o più vendetta? Più giustizia o più indifferenza, superficialità, omertà?
Zoom su Gesù. Ora guarda le sue azioni. Sfoglia i Vangeli.
• Come si comportava Gesù con poveri, emarginati, malati, indifesi?
• Come erano giudicati i suoi comportamenti da scribi e farisei, o più in generale dai suoi conterranei?
L'esercizio da vivere in questa tappa è: integrare! Agire cioè come agiva Gesù: ridare a tutti una dignità, far sentire accolti, rispettati, amati; integrati in una relazione e nella società. Costi quel che costi! Perché all'ingiustizia si risponde solo con il coraggio (cfr. Dossier 3/16, p. 11).

paoline dossier 3 marzo 2016 rivista pIn questo numero

Quale giustizia? - Focus
La giustizia è un'esigenza radicata nel cuore dell'essere umano e ricercata... Diversi sono i simboli che la rappresentano: la bilancia, la spada... Stimoliamo la creatività dei ragazzi, invitandoli a trovare un simbolo che la rappresenti - Barbara Corsano

Gesù, un giusto accogliente - Bibbia nella vita
Gesù è giusto perché la sua visione della vita corrisponde al progetto del Padre; perché pratica la giustizia e affronta i responsabili delle ingiustizie. Chi lo segue è chiamato a conoscere gli emarginati di oggi per aiutarli a ottenere i loro diritti - Tonino Lasconi

«Perché è giusto!» - Attualità
Le azioni ingiuste sono giustificate, in qualche modo, da chi le commette; eppure sono mille le occasioni per fare la cosa giusta al momento giusto: un sorriso; un gesto amichevole; un briciolo di pazienza; una gentilezza a un amico antipatico... - Fausto Negri

GiustaMENTE - In rete
Una ricerca online su: giustizia; Gesù giusto o, paradossalmente, ingiusto...; per «ricostruire la giustizia», ribaltando le logiche comuni, e testimoniare la giustizia proposta da Gesù, fondata sull'amore - Dalia Mariniello

Coraggiosamente giusti! - Musica e fede
Non si può stare a guardare di fronte alle ingiustizie del nostro ambiente e del mondo, occorre «prendere il coraggio a due mani» e intervenire, ma sintonizzandosi con la giustizia di Gesù, così come emerge anche dalle canzoni - Mariangela Tassielli

Un re nero in Alabama - Ciak, si gira
Il film, Selma, presenta la figura più carismatica del movimento per i diritti dei neri, Martin Luther King, leader religioso e politico, che si contrappone, insieme ad altri sostenitori, al presidente L. Johnson, per ottenere il diritto al voto per la gente di colore - Cecilia Salizzoni

Il Re della verità - Gesù nell'arte
Nel processo a Gesù, nella casa di Caifa, Duccio di Buoninsegna rappresenta il momento in cui Gesù è accusato ingiustamente e condannato perché esprime la verità della sua identità - Fausto Negri

Il buon, il bello, il vero - Test
Essere come agnelli tra i lupi... non significa essere ingenui, né lasciarsi abbindolare, ma è l'impegno a restare onesti e giusti in un mondo fatto, per lo più, da furbi e scaltri. È una sfida che fa per te? - Maria Teresa Panico

Amorevolmente giusti - Celebrazione
Dio, e così Gesù, ama tutti: a ognuno dona il suo cuore e, per la sua bontà, dà «le monete» in numero sufficiente alle necessità di ciascuno, non commisurate ai meriti «accumulati». È questa la giustizia che siamo chiamati a vivere anche noi - Dalia Mariniello

Don Peppino Diana: Un prete contro l'illegalità - Testimoni
Don Giuseppe, parroco di Casal di Principe (CE), per la sua lotta contro l'illegalità e i soprusi dei clan dei Casalesi, fu ucciso dalla camorra. La sua testimonianza continua ad essere un riferimento per chi crede nella giustizia e nella pace - Redazione


Condividi

ragazzi-e-dintorni-n-3-marzo-2017.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA