Siamo noi l'albero della vita - Festa di Accoglienza

Inizio dell'anno catechistico

«Il pianeta è casa comune di tutti, un dono da custodire e amare». Iniziamo con gioia il nuovo anno catechistico facendo festa insieme a tutto il creato: bambini, ragazzi, genitori, catechisti, animatori...  La giornata prevede due momenti, uno celebrativo e l'altro di attività e giochi, per concludersi poi con un'agape fraterna.

INDICAZIONI: Predisporre il cartellone con l’albero della vita al centro della sala; i segni indicati nella lettura della Genesi; post-it sufficienti per tutti; la propria foto. Per i giochi: nastro adesivo per dividere il mare dal cielo; sacchi; lumini; fogli e penne o computer per scrivere le proposte.
- Canti: Dolores Olioso, Laudato si’, Paoline.

CELEBRAZIONE

Introduzione

Canto: Laudato si' (Dolores Olioso, in Laudato si', Paoline)

S. Nel nome del Padre e del Figlio e dello Spirito Santo.
T. Amen.

S. Il Signore sia con voi.
T. E con il tuo spirito.

S. Carissimi bambini, ragazzi, genitori, catechisti e animatori, oggi ci incontriamo insieme per iniziare, con gioia, un nuovo anno catechistico. Desideriamo impegnarci a crescere come amici di Gesù, che sanno scoprire e apprezzare il nostro pianeta come la casa comune di tutti, dono di Dio da custodire con amore. È la casa che ci accoglie e dove possiamo accoglierci gli uni gli altri per condividere il dono della vita!

In ascolto della Parola

Catechista: Ascolteremo il racconto della creazione dal libro della Genesi. È un invito a fare memoria di Dio Padre che ci dona tutto per amore, che crea ogni realtà come cosa buona e la affida alla cura e all'amore dell'uomo e della donna.

Il segno: Ogni elemento della creazione è accompagnato da un segno portato da un bambino che lo pone al centro, davanti al cartellone con l'albero della vita.

Dal libro della Genesi (1,1-31)

Albero della vita 11L. In principio Dio creò il cielo e la terra. La terra era informe e deserta e le tenebre ricoprivano l'abisso e lo spirito di Dio aleggiava sulle acque. Dio disse: «Sia la luce!». E la luce fu. Dio vide che la luce era cosa buona e Dio separò la luce dalle tenebre. Dio chiamò la luce giorno, mentre chiamò le tenebre notte. E fu sera e fu mattina: giorno primo. (Si porta una candela accesa)

2L. Dio disse: «Sia un firmamento in mezzo alle acque per separare le acque dalle acque». Dio fece il firmamento e separò le acque che sono sotto il firmamento dalle acque che sono sopra il firmamento. E così avvenne. Dio chiamò il firmamento cielo. E fu sera e fu mattina: secondo giorno. (Si porta una grande fotografia del mare)... (continua)

Preghiera salmica

C. Presi da ammirazione e stupore davanti al creato, lodiamo il Signore. Con il salmo 8

È proclamato da due solisti e, a ogni due strofe, si rispondecon il ritornello:
La creazione è dono del tuo amore, Signore.

O Signore, Signore nostro,
quanto è mirabile il tuo nome su tutta la terra!
Voglio innalzare sopra i cieli la tua magnificenza,

con la bocca di bambini e di lattanti:
hai posto una difesa contro i tuoi avversari,
per ridurre al silenzio nemici e ribelli... (continua)

Canto: Piccolo grande gesto (Dolores Olioso, ivi)

Albero della vita- paoline

Gesto

Ora ogni bambino/ragazzo scrive un impegno concreto, da mettere in pratica, sul post-it consegnato, e lo incolla, con una sua foto, sull'albero della vita, per indicare che vuole contribuire ad addobbare e alimentare tale albero. Esso è segno della natura della quale siamo chiamati ad essere custodi premurosi e attenti. Così che la terra, nostra casa comune, possa rimanere a disposizione anche per chi verrà dopo di noi.

Preghiera finale

S. Ci prendiamo per mano e ci rivolgiamo con fiducia al Padre della vita, con le parole che ci ha consegnato Gesù:
Padre nostro

Canto: La gioia sia con te (Dolores Olioso, ivi)

La festa continua con giochi e agape fraterna!

Scarica il PDF della Preghiera

La festa continua

Giochi: Il nostro mondo a casa di tutti

I ragazzi sono invitati a «conquistare» il diritto di fare proposte ai «grandi», per aiutarli a crescere nel rispetto della natura e del mondo; perché abbiano al centro dei loro interessi «l'albero della vita», segno del dono di Dio e dell'impegno di ognuno ad essere custode fedele della creazione.
Le proposte raccolte si possono mandare, per essere pubblicate, alla redazione di Catechisti Parrocchiali (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), o alla pagina Facebook di Catechisti Parrocchiali, e/o presentare al Sindaco del proprio paese. Anche i più piccoli hanno diritto di parola di fronte alle scelte che riguardano il futuro della nostra casa comune!
I ragazzi, divisi in squadre, affrontano una prova per conquistare il diritto di scegliere un elemento della creazione e fare una proposta per migliorare il mondo rispetto a quell'elemento. Vince la squadra che fa la proposta più interessante.

1. Gioco: Cielo e Mare
Si disegna una linea al centro del campo da gioco con il nastro adesivo. Giocano due squadre per volta. Da una parte c'è il mare, dall'altra il cielo.
Le due squadre si dispongono in fila dietro la linea in modo da essere entrambe sul mare, e dall'altra parte c'è il cielo. Chi anima il gioco dice: CIELO, MARE, CIELO, MARE, MARE..., alternativamente, velocemente, lentamente. I ragazzi dovranno saltare da una parte all'altra della linea, rispettando le istruzioni: chi sbaglia, è eliminato dal gioco.
Vince la squadra della quale rimane anche un solo giocatore o sul cielo, o sul mare.

2. Gioco: Terra e Vegetazione
Due squadre si sfidano a una gara di «corsa con i sacchi», tra piante e fiori. I ragazzi compiono un percorso, saltellando, senza far cadere le piante e i fiori, altrimenti ricevono punti di penalità; una volta ritornati il ragazzo successivo dà il cambio.
Vince la squadra che, per prima, completa il percorso con tutti i suoi membri e accumula meno penalità.

3. Gioco: Luce e Tenebre
Si preparano una serie di lumini accesi a una certa distanza dalle due squadre che sono chiamate a sfidarsi. I ragazzi, a turno, devono raggiungere i lumini (attraverso un percorso) e spegnerli

Premiazione dei progetti
Le squadre vincitrici, aiutate dagli altri ragazzi, stilano una proposta relativa alla salvaguardia dell'ambiente.
• La prima: sulla pulizia di mari, fiumi o laghi della propria zona...;
• la seconda: sulla bonifica di aree inquinate, anche di giardini e boschi...;
• la terza: sulla purificazione dell'aria...
La squadra vincitrice, per il progetto più interessante, lo invierà alla redazione di Catechisti Parrocchiali (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.), che fra tutti sceglierà i tre progetti più significativi, che premierà con l'invio di libri per bambini/ragazzi.

L'articolo di Matteo Zorzanello è tratto da: 

Catechisti parrocchiali 1 - settembre ottobre 2019 - Poaline

Catechisti parrocchiali n. 1
Settembre/ottobre 2019

Gli itinerari di catechesi mistagogica, per gli adulti fino ai bambini, collegano il Vangelo secondo Matteo con il rito della Messa e la vita. Si segnala: percorso formativo per il catechista «labor-attore», festa di accoglienza, mandato ai catechisti. Il Dossier, "#iostoconlavita", approfondisce: #sospiantetaterra.

  acquista (in formato cartaceo o digitale)

Cd: D. Olioso, Laudato si', Paoline

Laudato si'
I bambini e l'ecologia

Questo progetto dedicato ai bambini è basato sull'enciclica di papa Francesco Laudato si' e ha l'obiettivo di educare alla generosità, al rispetto del mondo e degli altri, alla capacità di condividere... Il CD contiene 6 canzoni, 6 basi musicali (senza le voci) e il libretto con i testi delle canzoni.

  acquista 


Condividi

siamo-noi-l-albero-della-vita-festa-di-accoglienza.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA