Sulla strada dietro di te!

Celebrazione per ragazzi

Con questa celebrazione - tratta dal "Dossier" della rivista "Catechisti parrocchiali" - desideriamo metterci in cammino, dietro a Gesù insieme a Bartimeo, un uomo pieno di coraggio che, sentendo la sua voce, non ha timore di gridare forte verso di lui per essere ascoltato e guarito dalla sua cecità. Gesù, ascolta sempre il nostro grido, guarisce il nostro cuore e ci rialza perché possiamo seguirlo con gioia.

Si prepara l’angolo della preghiera: Bibbia aperta, icona di Gesù, una lampada accesa. Ci si dispone in cerchio.

CantoLuce (dei Reale)

Preghiera
Grazie, Signore, dell’amicizia.
Noi camminiamo insieme sulla strada della vita,
insieme ti cerchiamo.
Tu che ci ami e vuoi il nostro bene,
insegnaci a non percorrere la strada da soli,
a restare uniti fra noi e con te.
Aiutaci a non respingere nessuno,
a cercare sempre ciò che ci unisce.
Donaci di sentire che i bisogni degli altri
sono più urgenti e più importanti dei nostri,
insegnaci a capire e a credere che è bello stare insieme,
perché chi ci incontra si accorga
che tu vivi e cammini con noi. Amen.
(cfr. Milizia Mariana, 2009)

Catechista. Oggi desideriamo metterci in cammino dietro a Gesù insieme a Bartimeo, un uomo pieno di coraggio che, sentendo la voce di Gesù, grida forte verso di lui per essere ascoltato e guarito dalla sua cecità. Anche noi possiamo ritrovarci nel buio, ma abbiamo sempre l’opportunità di invocare Gesù, che ascolta il nostro grido, che guarisce il nostro cuore e ci rialza così che lo seguiamo con gioia.

In ascolto della Parola

Dal Vangelo secondo Marco (Mc 10,46-52)

E giunsero a Gerico. Mentre partiva da Gerico insieme ai suoi discepoli e a molta folla, il figlio di Timeo, Bartimeo, che era cieco, sedeva lungo la strada a mendicare. Sentendo che era Gesù Nazareno, cominciò a gridare e a dire: «Figlio di Davide, Gesù, abbi pietà di me!». Molti lo rimproveravano perché tacesse, ma egli gridava ancora più forte: «Figlio di Davide, abbi pietà di me!». Gesù si fermò e disse: «Chiamatelo!». Chiamarono il cieco, dicendogli: «Coraggio! Àlzati, ti chiama!». Egli, gettato via il suo mantello, balzò in piedi e venne da Gesù. Allora Gesù gli disse: «Che cosa vuoi che io faccia per te?». E il cieco gli rispose: «Rabbunì, che io veda di nuovo!». E Gesù gli disse: «Va’, la tua fede ti ha salvato». E subito vide di nuovo e lo seguiva lungo la strada.

CatechistaLa fede di Bartimeo è grande, tanto che grida a Gesù e poi, invitato da lui, si butta con tutto se stesso, lasciando cadere il mantello. Di fronte alla domanda di Gesù, ha chiaro il suo desiderio: riavere la vista! Una volta guarito, diventa discepolo di Gesù. Bartimeo sa cogliere al volo le occasioni che la vita gli offre e non si lascia frenare né dalla timidezza né dalla paura di rimanere deluso. Gesù è lì e lui non vuole perdere questa occasione. Anche noi dobbiamo saper rischiare. Quando ci è data una nuova possibilità, occorre buttarsi con coraggio e fiducia. La gioia di Bartimeo nasce dalla consapevolezza che Gesù è lì accanto a lui e che Dio gli offre l’opportunità di guarire. Ogni cristiano si riconosce dalla gioia che prova, perché si sente amato da Dio e vuole dirlo a tutti.

1 Ragazzo. Signore, spesso i miei occhi sono chiusi, non riesco a vedere la tua luce e a riconoscere la bellezza della realtà che mi circonda. Tutto è buio attorno a me e non so uscire dalla mia chiusura.
2 Ragazzo. Signore, insegnami a riconoscere la tua voce fra tante voci. Tu passi sulla mia strada, accanto a me, donandomi la forza e il coraggio di rialzarmi dalle mie paure.
3 Ragazzo. Signore, oggi tu mi chiami a camminare con te e desideri da me una risposta piena di fede. Con gioia apro i miei occhi e ti seguo, per annunciarti a tutti i miei amici.

Gesto

Ogni ragazzo scrive su un cartoncino a forma di orma una richiesta di aiuto, personale o comunitaria, che vuole rivolgere a Gesù e la condivide. Le orme formeranno un percorso verso l’icona di Gesù.

Preghiera
Signore Gesù,
Bartimeo mostra una grande fede in te,
gridando a squarciagola per farsi notare
e lasciando il suo mantello, che è tutto per lui.
Guarito, la sua fede lo spinge a seguirti.
Signore Gesù, fa’ che, come Bartimeo,
ci fidiamo di te più che delle nostre sicurezze,
e ci mettiamo in movimento per seguirti. Amen.

Canto: Luce del mondo (S. Mazzarisi – D. Ricci, in Luce del mondo, Paoline)

Sulla strada dietro di te!, di Francesca Langella, in Dossier, inserto staccabile della rivista Catechisti parrocchiali n.5 - febbraio 2022, Paoline.

Catechisti parrocchiali

Febbraio, n.5 - 2022

Gli itinerari su «mistagogia della vita», a partire dalla domanda dei bambini, orientano ad assumere la malattia in relazione con Gesù, che la condivide con noi, e ci risolleva dal peso e dallo scoraggiamento. Gli altri contributi orientano a vivere l’amore, la fedeltà e la fede in famiglia, in comunità e nell’incontro con gli altri. Dossier è su: #dietrodiTe


Condividi

sulla-strada-dietro-di-te.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA