La gioia di servire

Papa Francesco e l’anno della Vita Consacrata

Dai messaggi e discorsi di Papa Francesco, alcune proposte per vivere l'anno della Vita Consacrata in famiglia, in parrocchia, in comunità e personalmente. Si vorrebbe raggiungere tutti, proprio perché questa è un occasione offerta a tutto il popolo di Dio, a ogni comunità cristiana, per riscoprire il valore della Vita Consacrata, costruire comunione e ringraziare il Signore per i carismi che continua a donare alla sua Chiesa.

PRIMA PROPOSTA

Perché allora non entrare in contatto con questo variopinto mondo?

- In parrocchia: qualsiasi sia il gruppo di riferimento, potrebbero essere invitati: suore, laici/che consacrati, frati, costruendo dei momenti di testimonianza, di preghiera condivisa, o ancora lasciandosi raggiungere da qualche proposta specifica, propria del carisma di ognuno. Saggio è valorizzare le realtà già presenti, ma è anche necessario coinvolgere le realtà più lontane e sconosciute.
- In famiglia: oltre a valorizzare i momenti proposti nelle parrocchie o movimenti, sarebbe interessante aprire le porte delle proprie case per accogliere frati e suore per pregare insieme, aprire un cenacolo biblico, fare un pranzo insieme, recitare un rosario che coinvolga anche persone malate.
- Nelle comunità religiose: aprirsi! Aprire le porte dei conventi, monasteri, comunità per condividere, in semplicità, con gruppi di credenti, momenti propri dell'istituto: preghiera, apostolato, ricreazione. Si potrebbero organizzare in questo senso dei veri e propri weekend.

Nella lettera di Papa Francesco in occasione dell'inizio dell'anno della Vita Consacrata, emerge in modo palese il desiderio che i tanti carismi, le tante membra che fanno vivere l'unico corpo-Chiesa, si incontrino e costruiscano comunione, insieme.
La Vita consacrata, egli afferma, è infatti un dono di Dio per il bene di tutta la Chiesa e di tutta l'umanità.


«Le persone consacrate sono segno di Dio nei diversi ambienti di vita, sono lievito per la crescita di una società più giusta e fraterna, sono profezia di condivisione con i piccoli e i poveri.
Così intesa e vissuta, la vita consacrata ci appare proprio come essa è realmente: un dono di Dio, un dono di Dio alla Chiesa, un dono di Dio al suo popolo! Ogni persona consacrata è un dono per il popolo di Dio in cammino.
C'è tanto bisogno di queste presenze, che rafforzano e rinnovano l'impegno della diffusione del Vangelo, dell'educazione cristiana, della carità verso i più bisognosi, della preghiera contemplativa; l'impegno della formazione umana, della formazione spirituale dei giovani, delle famiglie; l'impegno per la giustizia e la pace nella famiglia umana».

La Vita Consacrata è come una silenziosa sorgente da cui il mondo si disseta di Dio, per questo è necessaria, per questo non può venire meno. E allora, sostiene il papa, occorre pregare. Pregare perché essa si rinnovi ascoltando la voce di Dio e del mondo; pregare perché ci siano giovani che rispondano "sì" al Signore che chiama a un amore disinteressato a servizio suo e dei fratelli.

logo ufficiale vita consacrataSECONDA PROPOSTA

Pregare sempre e instancabilmente, perché, per quanto può sembrarci strano, se la vita consacrata, e cioè la vita di frati, suore, laici consacrati "funziona bene", allora funzioneranno bene anche le nostre parrocchie e famiglie.

In parrocchia: proporre momenti comunitari per pregare per il rinnovamento della Vita Consacrata, per chiedere al Signore che susciti nella parrocchia, giovani che seguano il Signore sulla via di povertà, castità e obbedienza. Adottare, nella preghiera e con forme di sostegno materiale, un seminarista, o un giovane religioso e/o religiosa nel loro percorso formativo.
In famiglia: Pregare insieme, genitori e figli, perché la famiglia diventi casa in cui imparare la generosità e la gratuità del dono.
Nelle comunità religiose: sostare comunitariamente in adorazione eucaristica invocando dal Signore una radicale apertura al dinamismo dello Spirito perché insegni a scoprire vie nuove da percorrere.

«I consacrati, i religiosi, le religiose sono la testimonianza che Dio è buono e misericordioso», afferma il Papa, per questo ne abbiamo bisogno e non possiamo farne a meno!
Ci accompagni in questo cammino Maria, donna del Sì, generoso e radicale!

Preghiamo con Papa Francesco 

Maria, stella dell'evangelizzazione, da Evangelii Gaudium

«Vergine e Madre Maria, tu che, mossa dallo Spirito,
hai accolto il Verbo della vita
nella profondità della tua umile fede,
totalmente donata all'Eterno,
aiutaci a dire il nostro "sì"
nell'urgenza, più imperiosa che mai,
di far risuonare la Buona Notizia di Gesù.

Tu, ricolma della presenza di Cristo,
hai portato la gioia a Giovanni il Battista,
facendolo esultare nel seno di sua madre.
Tu, trasalendo di giubilo,
hai cantato le meraviglie del Signore.
Tu, che rimanesti ferma davanti alla Croce
con una fede incrollabile,
e ricevesti la gioiosa consolazione della risurrezione,
hai radunato i discepoli nell'attesa dello Spirito
perché nascesse la Chiesa evangelizzatrice.

Ottienici ora un nuovo ardore di risorti
per portare a tutti il Vangelo della vita che vince la morte.
Dacci la santa audacia di cercare nuove strade
perché giunga a tutti il dono della bellezza che non si spegne.

Tu, Vergine dell'ascolto e della contemplazione,
madre dell'amore, sposa delle nozze eterne,
intercedi per la Chiesa, della quale sei l'icona purissima,
perché mai si rinchiuda e mai si fermi
nella sua passione per instaurare il Regno.

Stella della nuova evangelizzazione,
aiutaci a risplendere nella testimonianza della comunione,
del servizio, della fede ardente e generosa,
della giustizia e dell'amore verso i poveri,
perché la gioia del Vangelo
giunga sino ai confini della terra
e nessuna periferia sia priva della sua luce.
Madre del Vangelo vivente,
sorgente di gioia per i piccoli,
prega per noi. Amen. Alleluia».

Da sapere

Da non perdere anche la sua lettera apostolica A tutti i consacrati per l'inizio dell'anno della Vita Consacrata e il Messaggio di apertura di Papa francesco

 


Condividi

la-gioia-di-servire.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA