Maria attraverso la pittura

Vincenzo Francia ripercorre la vita di Maria e la fede che la Chiesa nutre verso di lei attraverso alcune straordinarie opere d'arte. Un brano biblico introduce ogni opera con il compito di aprire una finestra sulla vita di Maria. Così l'Autore rioffre artisticamente al lettore tutta la vita della Madre di Dio, ripercorsa cronologicamente, dall'Immacolata Concezione all'Assunzione.

La fede in Gesù produce, tra le sue conseguenze, un orientamento di fede anche nei confronti di Maria. Infatti, poiché Gesù è vero Dio e vero uomo, anche la sua natura umana rientra nell'oggetto di fede, e tale natura gli è stata trasmessa da sua madre.
Maria è una persona umana. Pertanto è possibile, almeno in parte, raccontare la sua vita. Se, però, la consideriamo nella storia della salvezza, scopriamo in lei qualcosa che va oltre lo strettamente umano, aspetti non dimostrabili alla luce della ragione e della ricerca storica: essi ci vengono rivelati da Dio e noi li accettiamo per fede.

La fede in Maria si manifesta anche attraverso alcuni titoli: formule sintetiche per definire la sua persona e la sua missione nella storia e, nello stesso tempo, espressioni di amore e di devozione verso di lei.
I titoli mariani più importanti, naturalmente, traggono la loro origine dalla Bibbia – soprattutto dai Vangeli –, ma anche dagli articoli di fede formulati lungo la storia della comunità cristiana: la Madre di Dio, l'Immacolata, la Sempre Vergine, l'Annunziata, l'Addolorata, l'Assunta... Altri rivelano un rapporto con alcune forme devozionali, per esempio: la Madonna del Rosario, la Madonna delle Grazie... Altri ancora si riferiscono ad aspetti della vita e del ruolo di Maria, interpretati soprattutto come simboli; si pensi alle invocazioni delle Litanie lauretane: Porta del cielo, Rosa mistica, Specchio di giustizia... Altri poi richiamano santuari o particolari luoghi di culto, dove non di rado si celebra la memoria di qualche evento prodigioso o di qualche prestigiosa reliquia: la Madonna di Loreto, di Montevergine, di Pompei, di Lourdes, di Fatima, di Chartres...
Tale fede-fiducia in Maria, ricca di amore e di ossequio, nella storia è stata proclamata ed espressa, e continua a esserlo, anche attraverso l'arte: nel nostro caso, l'arte figurativa, cioè la produzione di immagini.
Va ricordato a tale proposito il principio affermato dal concilio Vaticano II al numero 123 della Sacrosanctum Concilium, la costituzione conciliare dedicata alla liturgia:

La Chiesa non ha mai avuto come proprio un particolare stile artistico, ma, secondo l'indole e le condizioni dei popoli e le esigenze dei vari Riti, ha ammesso le forme artistiche di ogni epoca, creando così, nel corso dei secoli, un tesoro artistico da conservarsi con ogni cura.

Con queste parole semplici e precise la Chiesa dice apertamente che essa non è fuori dal tempo né vuole esserlo. Anzi, proprio il compito affidatole da Gesù Cristo, evangelizzare il mondo, la invita ad acquisire i linguaggi e le categorie più facilmente comprensibili all'interno di un popolo o di una società. Alla luce di questo mandato si spiega tutta la prassi della comunità cristiana, impegnata a essere fedele al «deposito della fede», ma allo stesso tempo anche agli uomini e alle donne ai quali tale depositum va presentato e proposto.

La Chiesa ha annunciato e comunicato la fede anche per mezzo dell'arte, ponendola a servizio della pastorale, della teologia, della cultura e della sua missione evangelizzatrice nel mondo. La Chiesa è stata sempre consapevole di questo e, nel corso della sua storia millenaria, ha palesato un grande interesse verso la produzione artistica. Ciò vale per ogni tipo di arte: la poesia, la musica, la danza... e, naturalmente, anche per l'arte figurativa, esperienza fondata su una figura, un disegno originario, e tendente alla realizzazione di un'immagine articolata.
L'efficacia dell'immagine è enorme e si inscrive profondamente nella nostra coscienza, soprattutto quando essa raggiunge i vertici della bellezza.

(Vincenzo Francia, Maria attraverso la pittura, Introduzione, Paoline Editoriale Libri 2018, Milano, pp. 7-8)

 

Sfoglia l'anteprima

paoline maria attraverso la pittura vincenzo francia p

Maria attraverso la pittura

L'Autore, attraverso le pagine di questo libro, ripercorre la vita di Maria e la fede che la Chiesa nutre verso di lei attraverso alcune straordinarie opere d'arte, più o meno conosciute. Un brano biblico introduce ogni opera a cui viene affidato il compito di aprire una finestra sulla vita di Maria.

  acquista 


Condividi

maria-attraverso-la-pittura-4.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA