Piena di grazia

Cineforum

Come ha vissuto la Madre di Gesù gli ultimi anni della sua vita? Che rapporto c'era tra lei, gli apostoli e la Chiesa nascente? Questo film propone alcune risposte, in modo suggestivo, facendo emergere la grandezza della figura di Maria.

Il Film

Piena di Grazia ripercorre gli ultimi anni di vita di Maria la madre di Gesù, e il suo impegno per aiutare la nascente Chiesa cristiana. Sono passati dieci anni dalla morte del Maestro e Pietro, assieme agli altri apostoli, vivono momenti di grande difficoltà e confusione. Pietro sempre più indeciso, non trova la forza per prendere decisioni e dare orientamenti. Cresce il pericolo di controversie all'interno della comunità. In questo momento di grande smarrimento arriva una richiesta di Maria che sollecita la visita di Pietro perché sente vicina la sua ora. Lei vive nel silenzio, raccolta nella memoria del Figlio. La sua solitudine è rotta solo dalla compagnia di Zara, una giovane donna che ha accolto nella sua casa e che l'assiste con amore. Pietro non esita ad abbandonare le sue preoccupazioni e, insieme ai suoi, corre da lei. Ancora una volta sarà Maria il punto di forza dei primi discepoli, la madre capace di incoraggiarli a portare avanti la missione avviata dal Figlio.

 

Per riflettere dopo aver visto il film

Piena di Grazia è uno dei pochi film che narra il tempo del "dopo Gesù" incentrato principalmente sull'ultimo periodo della vita di Maria. Il racconto cinematografico, ricco di dialoghi intimi e profondi, si snoda in una narrazione lineare e serena in cui Maria emerge in tutta la sua grandezza. Lei non teme nulla, neanche la morte. La sua presenza infonde saggezza e fiducia al gruppo impaurito degli apostoli. Prima di morire richiama all'amore del Figlio: «Il suo cuore ha battuto insieme al mio per nove mesi, ora il vostro cuore batte col suo per l'eternità». È lei la guida che porta l'eredità del Figlio invitando a spalancare il cuore alla speranza futura. Il regista Andrew Hyatt ha affermato: «Credo fermamente che Full of Grace sia un film diverso. È più come guardare una preghiera, e meno come guardare un film basato sulla fede». Parole queste che danno la giusta modalità interpretativa all'opera fatta principalmente di fede e rimandi esistenziali.

Una possibile lettura

Il film si apre nel momento in cui Maria accoglie una voce misteriosa che le annuncia il concepimento di un figlio Salvatore. Incomincia così, con raffinata intensità, il cammino di riflessione proposto da Piena di grazia - La storia di Maria la madre di Gesù. Tre sono i soggetti che aprono altrettanti percorsi tematici: Maria la madre morente, Pietro la guida piena di dubbi e la Chiesa nascente, bisognosa di tutto. La comunità soffre perché non riesce a progredire sui solchi tracciati dal Maestro. Sarà Maria a ricordare quello che hanno vissuto e sperimentato insieme. A riportare tutti alla bellezza del messaggio di Gesù che deve essere trasmesso attraverso le parole e i gesti di quelli che lo hanno conosciuto e seguito. Tramite il suo sguardo limpido e intenso il film invita a scrutare l'incontro tra la creatura e il suo Dio, l'attimo in cui si riconosce il Signore e cosa questo può concretamente rappresentare. Nei silenzi e nelle parole di una straordinaria Maria e di un Pietro in cerca di conferme, ritroviamo gli interrogativi del regista, ma anche di ognuno di noi. «Mi sono reso conto che spesso concepivo queste figure bibliche come delle splendide statue di porcellana – aggiunge –. Abbiamo spesso ascoltato le storie di questi santi, ma spesso abbiamo dimenticato che sono realmente vissuti, che hanno camminato su questa terra, hanno sofferto, hanno discusso. Non ci sono differenze con l'oggi. Spesso abbiamo dimenticato l'umanità ferita di questi eroi della fede. Per questo ho voluto esplorare più in profondità l'umanità di questi personaggi, concentrandomi su Maria e Pietro».

Titolo Originale: Full of Grace
Genere: Drammatico
Regia: Andrew Hyatt
Interpreti: Noam Jenkins (Pietro), Bahia Haifi (Maria), Kelsey Asbille (Zara), Merik Tadros (Simone), Taymour Ghazi (Andrea), Eddie Kaulukukui (Giuseppe), Maz Siam (Pontus), Noelle Lana (Maria giovane), Ahmed Lucan (Giovanni), Arti Sukhwani (Elisabetta).
Nazionalità: Stati Uniti
Distribuzione: Minerva Pictures
Anno di uscita: 2017
Origine: Stati Uniti (2015)
Soggetto e Sceneggiatura: Andrew Hyatt
Fotografia (Panoramica/a colori): Gerardo Madrazo
Musica: Sean Johnson (colonna sonora di Catherine Braslavski)
Montaggio: John Lange
Durata: 85'
Produzione: T.J. Berdem
Valutazione del Centro Nazionale Valutazione film della Conferenza Episcopale Italiana: Consigliabile/problematico/dibattiti
Tematiche: Bibbia; Donna; Famiglia - genitori figli; Tematiche religiose
Note: Premio Migliore sceneggiatura al Mirabile Dictu 2016, Film festival internazionale cattolico.


Condividi

piena-di-grazia.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA