The Father – Nulla è come sembra

Cineforum

Esordio alla regia del drammaturgo francese Florian Zeller, "The Father - Nulla è come sembra" è un dramma da camera elegante, essenziale ed emotivamente intenso. Con un Anthony Hopkins da Oscar.

Il film

Debuttando come regista cinematografico, il drammaturgo francese Florian Zeller porta sullo schermo la sua omonima pièce teatrale: The Father. La storia è ambientata nell'Inghilterra di oggi. Tutto si svolge in una casa signorile di Londra dove risiede Anthony, un anziano signore di 81 anni. Abituato a vivere solo, l'uomo rifiuta tutte le persone che la figlia Anne cerca di mettergli accanto. Non accetta di avere in casa badanti e infermiere sconosciute che vede come invasori della sua privacy. Ma arriva il giorno in cui Anne non potrà più prendersi cura di lui, ha deciso di trasferirsi a Parigi per seguire un nuovo amore. Perso in un groviglio di interrogativi senza soluzioni, Anthony cerca ostinatamente di comprendere quello che sta accadendo. Viene colpito dal fatto che tutto crolla attorno a lui: l'alloggio gli sembra diverso ogni giorno, anche la figlia Anne assume nella sua mente aspetti e fattezze alterate. È cambiata la gente che lo frequenta, i personaggi che abitano le sue giornate, i rapporti che si intrecciano con la sua vita. Tutto è come sbiadito e lui si chiede: «Ma io chi sono?». Sarà il sottotitolo italiano del film a dare una definizione precisa a tutta la storia affermando che veramente nulla è come sembra.

Per riflettere dopo aver visto il film

The Father – Nulla è come sembra obbliga lo spettatore a sostare tra le mura di una casa diventata la vita – vera o immaginaria – dello strano protagonista. È facile condividere i suoi dubbi e le sue incertezze. L'interrogativo che nasce in chi segue la storia è duplice: ha ragione lui oppure è vittima della cattiveria umana? Stupisce e confonde la struttura narrativa con cui Zeller descrive lo scatenarsi della demenza senile in una persona anziana. Tema di grande attualità rappresentato con una visione nuova e originale. Ci riconosciamo nello smarrimento di Anthony fino a ritrovarci nella sua mente, a vivere attraverso un processo di identificazione, lo scoraggiamento e l'angoscia di chi vede svanire nel vuoto i segni della propria esistenza. Bravissimo l'attore Anthony Hopkins che interpreta il protagonista con equilibrio e forza, attraverso i vari stati d'animo: ilarità, sarcasmo, confusione, paura, fino ad arrivare all'umiliante inferiorità nei confronti dei propri limiti. La malattia crudele e spietata porta a una fragilità senza rimedio.

Una possibile lettura

The Father – Nulla è come sembra è un dramma doloroso e struggente. Mette a fuoco l'infermità mentale analizzandone le ricadute nel contesto familiare. La macchina da presa diventa uno specchio emozionale in cui i ricordi del passato e il vuoto del presente si sovrappongono senza soluzione di continuità. Vengono analizzati percezioni e interrogativi che non coincidono con la verità e non trovano risposte. Nel racconto luoghi e parole si accavallano. Il tempo si spezza e la realtà si frantuma nella mente di un uomo che non riesce più a controllare nulla. «Che cosa sta succedendo attorno a me?», si chiede Anthony. La sua è una vita già morta. Un'esistenza senza tempo, sradicata dagli avvenimenti, drammaticamente e quotidianamente spenta. L'autore si interroga sul momento terribile in cui i ricordi si disperdono come polveri sottili trascinate via dal vento. La sua regia individua il ripristino degli eventi attraverso la struttura stessa del linguaggio cinematografico: la memoria.

 

Titolo Originale: The Father
Genere: Dramma psicologico, Drammatico, Thriller psicologico
Regia: Florian Zeller
Interpreti: Anthony Hopkins (Anthony), Olivia Colman (Anne), Mark Gatiss (Bill), Imogen Poots (Laura), Olivia Williams (Catherine), Rufus Sewell (Paul)
Nazionalità: Francia, Regno Unito
Distribuzione: Bim Distribuzione
Anno di uscita: 2021
Soggetto: Florian Zeller - (pièce teatrale)
Sceneggiatura: Florian Zeller, Christopher Hampton
Fotografia: Ben Smithard
Musica: Ludovico Einaudi
Montaggio: Giōrgos Lamprinos
Durata: 97'
Produzione: David Parfitt, Jean-Louis Livi, Philippe Carcassonne, Christophe Spadone, Simon Friend, Héloïse Spadone, Alessandro Mauceri, Lauren Dark, Ollie Madden, Daniel Battsek, Tim Haslam, Hugo Grumbar, Paul Grindey. Casa di produzione: F comme Film, Trademark Films, [email protected]
Valutazione del Centro Nazionale Valutazione film della Conferenza Episcopale Italiana: Consigliabile, Problematico, Adatto per dibattiti
Tematiche: Amore-Sentimenti, Anziani, Donna, Emarginazione, Famiglia, Famiglia - genitori figli, Malattia, Metafore del nostro tempo, Morte, Psicologia, Solidarietà
Note:
- Candidato ai Golden Globes 2021 per: Miglior Film Drammatico, Miglior Sceneggiatura, Miglior Attore in un film drammatico (Anthony Hopkins), Migliore Attrice non protagonista (Olivia Colman).

- Oscar 2021 per: Miglior Attore Protagonista (Anthony Hopkins) e Miglior Sceneggiatura non originale. Le altre candidature erano: Miglior Film, Miglior Attrice non protagonista (Olivia Colman), Miglior Montaggio e Miglior Scenografia.


Condividi

the-father-nulla-e-come-sembra.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA