Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

La domenica del Battesimo del Signore ci invita a riscoprire la dimensione della giustizia evangelica e a praticarla nel concreto del nostro quotidiano.

Giovanni il Battista non sa capacitarsi che Gesù, il Messia atteso e finalmente giunto, voglia farsi battezzare da lui: ma il Figlio è venuto per rivelare la giustizia del Regno dei cieli.

Catechisti parrocchiali di questo mese propone itinerari, dinamiche e rubriche formative che orientano ragazzi e famiglie all'incontro con Gesù, umile e obbediente, e Figlio amato di Dio Padre, che si lascia battezzare, sì da ravvivare il dono del proprio battesimo, riscoprendosi figli amati e prediletti dal Padre, e chiamati a donare il suo amore.

Il segno della croce

Pubblicato in Sussidi
08 Set 2016

Il segno della croce, quanti e come è tracciato dai bambini? In questo articolo pubblicato su Catechisti Parrocchiali, viene presentato, anche attraverso attività, il significato di questo segno che distingue da sempre il cristiano e le modalità con cui tracciarlo.

Un'idea per un piccolo dono dedicato ai bambini che ricevono il sacramento del Battesimo: un biglietto d'auguri che contiene anche un CD musicale con dolci ninne nanne per i più piccoli.

La festa del Battesimo del Signore è uno stimolo a recuperare la gratitudine per il dono ricevuto, la consapevolezza dell'impegno a farlo fruttificare, la grazia di diventare a nostra volta "luce del mondo".

Gli sguardi di tutti i presenti sono rivolti al profeta Giovanni, il profeta che parla con parole di fuoco, ma il vero Messia invece è in disparte, in silenzio e in preghiera, confuso con la folla di peccatori, finché lo Spirito e la voce del Padre non lo additano all'attenzione del popolo.

Ogni nuova annata di Catechisti Parrocchiali nasce dallo scambio di idee e di esperienze sul campo di una affiatata equipe di redazione. Sr M. Rosaria Attanasio, direttrice della rivista, racconta ai lettori le caratteristiche e le novità della programmazione 2015-2016.

Benedire la vita

Pubblicato in Liturgia e sacramenti
21 Apr 2015

In ogni messa è previsto il momento della "Preghiera dei fedeli". Chi cura la celebrazione in genere prepara anche queste preghiere dato che non è possibile dare voce a tutti i presenti. In effetti questo sarebbe lo scopo, ma essendo tanti, si deve procedere con espressioni che possano essere condivise da tutti come se ciascuno prendesse la parola. L'animatore liturgico qualche volta ha bisogno di qualche indicazione per andare nella giusta direzione.

"Il mondo di oggi ha bisogno di persone che parlino a Dio per parlare di Dio" (Benedetto XVI): in questa frase si ha l'orizzonte della vasta gamma di contenuti raccolti sotto l'espressione di "nuova evangelizzazione".

Pagina 1 di 2
Newsletter