Per non dimenticare

Nel mese di marzo ricorrono due giornate importanti dedicate alla memoria, all'impegno e alla preghiera per le vittime della violenza.

memoria mafia 21 marzo21 marzo:
Giornata della memoria e dell'impegno in ricordo delle vittime innocenti delle mafie.

Questa giornata è nata nel 1996 per volontà di Libera, associazione fondata da don Luigi Ciotti, con l'obiettivo di sensibilizzare la società civile contro tutte le mafie. Quest'anno è alla 21ma edizione; radicata nel tessuto sociale italiano, rappresenta un seme di civiltà, di responsabilità sociale i cui frutti crescono nel silenzio e quando giungono a maturazione stupiscono anche e soprattutto coloro che avevano seminato nella fatica.

Prendere coscienza di quanto succede intorno a noi per cambiare e per crescere è il frutto sperato che passa anche attraverso la testimonianza vista, letta, ascoltata.

Le Paoline, da sempre, sono attente a queste tematiche e non potrebbe essere altrimenti! Il coraggio di difendere la giustizia e la verità è forma privilegiata di fedeltà al Vangelo ed è giusto che si scriva di chi ha pagato con la vita questa fedeltà. In alcuni casi la pubblicazione di un libro è l'unica traccia che, a distanza di anni, rende omaggio a chi ha preso sul serio il proprio lavoro e per questo diventa scomodo.

È il caso dei due Capitani dei Carabinieri, E. Basile e M. D'Aleo; il titolo del libro dice tutto: Quando rimasero soli. Emanuele Basile e Mario D'Aleo, eroi dimenticati. Non erano due sprovveduti, ma hanno combattuto da soli contro un nemico più forte di loro: la mafia. L' Autrice del libro, così si è espressa a proposito di questa pubblicazione: "Le edizioni Paoline hanno visto nelle figure dei Capitani due esempi di santità laica ai quali offrire la chance di essere conosciuti da un pubblico ampio".

È la santità di Rosario Livatino, il giudice non così ragazzino, se ha accettato lucidamente di percorrere una strada che sapeva molto pericolosa, ucciso a 38 anni; è la santità di don Pino Puglisi, raccontata nel volume di Vincenzo Bertolone, La sapienza del sorrisoche narra il martirio di questo sacerdote siciliano, anche lui ucciso dalla mafia nel giorno del suo 56mo compleanno.

G. Carlo Marino, Autore insieme a Pietro Scaglione - nipote dell'omonimo magistrato ucciso dalla mafia nel 1971 - del libro L'altra resistenza. Storie di eroi antimafia e lotte sociali in Sicilia, così scrive: "...combattere la mafia con l'idea di avere a che fare con un fenomeno criminale più o meno organizzato equivarrebbe a scambiare la febbre con la malattia...". Dietro a queste parole c'è tutta la complessità di un fenomeno che continua a chiedere molto coraggio e che i due Autori registrano in queste pagine, parlando dell'impegno silenzioso, instancabile di chi ha deciso di stare dalla parte della legalità.

donne uomini misericordia p24 marzo:
Giornata di preghiera e di digiuno in memoria dei missionari martiri.

Questa giornata fu istituita nel 1992 da Giovanni Paolo II, che indicò l'arcivescovo Romero, ucciso il 24 marzo 1980 mentre celebrava la Messa e dichiarato beato nel 2015, come figura simbolo dei martiri dei nostri tempi. Il giorno del suo assassinio divenne così la data per la celebrazione annuale di questa giornata.

Oscar A. Romero, Pastore di agnelli e di lupi è un libro scritto con passione da Alberto Vitali, collaboratore di Pax Christi, estimatore dell'opera di mons. Romero e profondo conoscitore della situazione latino-americana. Per comprendere la figura di Romero, scrive l'Autore in questo libro, è necessario guardare anzitutto al suo popolo. Lui, infatti, non sarebbe mai diventato profeta se non gli fosse toccato d'essere vescovo di un popolo profetico già prima di lui. Il 23 marzo 1980 aveva detto: ...vi prego, e in nome di Dio vi ordino, cessi la persecuzione contro il popolo: sarà la sua ultima predica in cattedrale.

Nove anni dopo, nel 1989, sempre in San Salvador, nella sede dell'Università Centroamericana di cui era Rettore, è stato ucciso il gesuita Ignacio Ellacuría insieme ai suoi più stretti collaboratori, gesuiti come lui, e a due impiegate. Una esecuzione in piena regola: bisognava far tacere queste voci di docenti e di uomini liberi che stavano forgiando una classe dirigente capace di difendere i diritti del popolo. La loro vicenda umana e il loro percorso accademico sono raccontati nel volume Ignacio Ellacuría e i martiri di San Salvador, di Emanuele Maspoli .

Nello stato brasiliano del Parà, stato che detiene i record nelle deforestazioni e negli abusi dei diritti umani, nel 2005 viene uccisa sr. Dorothy Stang, prima martire del creato. È stata uccisa per il suo impegno a favore dei diritti delle popolazioni native mentre leggeva per i suoi uccisori alcune pagine del Vangelo. Valentino Salvoldi ha raccontato la sua storia nel libro Prima martire del creato. Dorothy Stang.

Nel 1996, dall'altra parte del mondo, sette monaci trappisti sono sequestrati e uccisi; l'unico superstite, frère Jean-Pierre, racconta nel libro Lo spirito di Tibhirine l'impegno di dialogo e di stima che caratterizzava quel monastero aperto alle popolazioni musulmane, che trovavano lì accoglienza, assistenza e amore.

Leggendo queste biografie viene spontanea una riflessione: può accadere che ci siano eroi per caso, ma non esistono martiri per caso.

Alcune proposte per approfondire

Rosario Livatino

Rosario Livatino
L'uomo, il giudice, il credente

La biografia del servo di Dio Rosario Livatino: magistrato, servitore dello stato. La dedizione alla onestà e giustizia ne fanno un testimone credibile e imitabile del nostro tempo.

acquista

 

 

Oscar A. Romero Pastore di agnelli e lupi

Oscar A. Romero
Pastore di agnelli e lupi

Una biografia molto documentata sull'arcivescovo di San Salvador riconosciuto martire da Papa Francesco; non un mito, non un santino, ma martire e profeta a tutti gli effetti.

acquista

 

La sapienza del sorriso

La sapienza del sorriso
Il martirio di Don Giuseppe Puglisi

L'autore, postulatore della causa di beatificazione di don Pino Puglisi, ne presenta la persona e il luminoso esempio di vita sacerdotale e pastorale.

acquista

 

Lo spirito di Tibhirine

Lo spirito di Tibhirine

La testimonianza del monaco sopravvissuto alla strage di Tibhirine. La presenza di un monastero in terra algerina come segno e speranza di comunione.

acquista

 


Condividi

per-non-dimenticare-2.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA