La luce

Simboli biblici

La luce, in tutte le culture, costituisce una coppia con il termine tenebre, di cui è l'opposto. Si comprende la luce perché vi sono le tenebre. La luce indica la vita, le tenebre la morte. Il simbolo della luce pervade la Bibbia dalla prima all' ultima pagina.

La luce è il principio della creazione (Gen 1-2): "Dio vide che la luce era cosa buona". Essa divenne la realtà di tutta la creazione: cielo, terra, mare, astri e pesci, uccelli, animali, l'uomo, perché tutti vengono alla luce. La luce è associata alla vita: quando si nasce si viene alla luce, si cammina nella luce, si fugge dalle tenebre, si diventa figli della luce. L'Apocalisse, ultimo libro biblico, assicura che la nuova creazione è il trionfo della luce. Dio stesso è la luce: "Non ci sarà più notte; non avranno bisogno di luce di lampada, né di luce di sole, perché il Signore Dio li illuminerà e regneranno nei secoli dei secoli" (Ap 22,5; cfr. Is 60,19-20). La luce è attributo di Dio: egli è vestito di luce (Sal 104,2); la sua presenza è luce (Es 13,21; Is 60,19). Dio è sorgente della vita e sorgente della luce: "È in te la sorgente della vita, alla tua luce vediamo la luce" (Sal 36). La luce di Dio è salvezza (Sal 27,1). Il giusto gode della luce della vita (Sal 97,11). Luce è pure la parola di Dio che illumina e guida nelle vie della vita (Sal 119,105; Sap 7,10; 7:26).

Nel Nuovo Testamento il simbolismo della luce riprende le immagini dell'AT e le personifica in Gesù. Nella Trasfigurazione la nube luminosa (Mt 17,5) è segno della presenza di Dio. La luminosità di Gesù indica la sua condizione divina (Mt 17,2; Mc 9,3; Lc 9:29). La luce che proviene da Dio avvolge anche gli angeli o i personaggi che appartengono alla sfera divina (cfr. Lc 9,30s; 24,4; At 1;9; Mt 28,3). I discepoli che seguono Gesù e vivono la sua parola sono anch'essi portatori di luce (Mt 5, 14): "Voi siete la luce del mondo". La missione dei discepoli di Gesù è trasmettere la luce divina che hanno ricevuto.

Nel Vangelo di Giovanni il simbolo della luce è indispensabile per la comprensione del testo. Fin dalle prime righe emerge l'importanza della luce contenuta nel progetto di Dio quando creò il mondo (Gv 1,4). Gesù è la luce del mondo: "La vita era la luce degli uomini. La luce splende nelle tenebre, e le tenebre non la hanno sopraffatta" (Gv 1,1-5; cfr. Gv 8,12; 9,5; 12,36; 12,46). La luce della vita si oppone alle false luci che sono i farsi progetti di vita. La luce/vita s'incarna in Gesù, parola di Dio divenuta persona umana (Gv 1, 14).

La storia di salvezza narra il trionfo della luce / vita sulle tenebre. Il punto culminante è la risurrezione di Gesù, la cui vita risorta manifesta la vittoria sulla morte. I cristiani, divenuti nel battesimo figli di Dio, sono 'figli della luce ' Lo mostrano nell'amore fraterno "Chi ama il suo fratello rimane nella luce" (1 Gv 2,10). L'apostolo Paolo esorta a camminare nella luce, a essere figli della luce, a indossare le armi della luce gettando via le opere delle tenebre. In forza della loro adesione a Cristo i cristiani hanno assunto una nuova identità: «Ora siete luce nel Signore. Comportatevi perciò come figli della luce (Ef 5,8-9).

Da sapere

  • Ai tempi del Nuovo Testamento, l'opposizione luce-tenebre si radicalizzò al punto che la luce e le tenebre rappresentavano l'ambito dei buoni e dei cattivi. Uno dei libri della setta degli Esseni s'intitolava: "Guerre dei figli della luce contro i figli delle tenebre".
  • Gesù che si proclama luce del mondo si definisce anche la Via, la Verità e la Vita (Gv 14,6). Questi tre termini descrivono l'essere stesso della luce e il suo manifestarsi concreto: illuminare, guidare, far vivere.
  • Nel Vangelo di Giovanni vedere corrisponde a credere in Gesù che è la vera luce/vita. Chi crede è nella luce chi non crede anche se vede è nelle tenebre (cfr. 9,35-38).

Condividi

Blog

la-luce-simboli-biblici.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA