Lettere pastorali

Sguardo generale

Le due lettere a Timoteo e la lettera a Tito, chiamate pastorali perché dirette a responsabili di comunità, si ritiene siano state scritte dopo la morte di Paolo dai suoi collaboratori. Informano sulla vita delle comunità e sugli ultimi anni della vita di Paolo, ma non forniscono cronologie esatte.

Le tre lettere che l'apostolo Paolo invia, due a Timoteo e una a Tito, divenuti pastori (ve-scovi), si chiamano lettere pastorali perché dirette a singoli responsabili di comunità.

- Timoteo nacque a Listra da madre ebrea e padre greco (At 16,1-2). Paolo lo incontrò durante il secondo viaggio missionario. Dopo averlo fatto circoncidere, lo prese come suo collaboratore. Timoteo collaborò con Paolo e Silvano alla fondazione delle comunità di Filippi, Tessalonica, Berea e Corinto. Paolo ai filippesi ricorda che Timoteo vive la missione con sentimenti di gratuità che richiamano quelli di Gesù per noi. Le due lettere pastorali a lui indirizzate lo ritraggono vescovo di Efeso.

- Le notizie su Tito - importante collaboratore di Paolo - provengono soltanto dalle lettere paoline. Nella lettera ai Galati, per esempio, Paolo ricorda di averlo condotto con sé all'assemblea apostolica di Gerusalemme, e di non averlo fatto circoncidere (Gal 2,3-5) perché di origine pagana. Svolse il ruolo delicato di mediatore tra Paolo e la comunità di Corinto, a causa delle loro relazioni difficili, ottenendo la riconciliazione. D'accordo con Paolo organizzò la colletta a Corinto per i poveri di Gerusalemme (2Cor 8,6.23). Nella 2Cor12,18 l'apostolo afferma che il comportamento di Tito, conforme a quello suo, è la più alta garanzia della loro credibilità apostolica. Dalla lettera a lui inviata sappiamo che divenne vescovo della difficile comunità di Creta (1Tit1,5).

Le due lettere a Timoteo, come quella a Tito, hanno vocabolario e contenuto diverso dalle altre lettere di Paolo, ma simile tra di loro. Si evidenzia la medesima situazione ecclesiale, bisognosa di organizzazione. In queste lettere la chiesa appare con gradi gerarchici definiti: vescovi e diaconi. I termini nuovi, invece, tipici di queste lettere (dottrina, pietà, deposito) mostrano che la fede cristiana deve confrontarsi con le incipienti eresie dottrinali. Tutte queste caratteristiche fanno ritenere che le lettere pastorali siano state scritte alla fine del primo secolo d.C., dopo la morte di Paolo, dai suoi più stretti collaboratori.

Quali sono le informazioni che questi autori trasmettono a nome di Paolo e in merito agli ultimi anni della vita dell'apostolo?
La prima lettera a Timoteo e quella a Tito lasciano supporre che Paolo, libero dagli arresti domiciliari, da Roma sia ritornato in Oriente e abbia lasciato Tito a Creta.
La seconda lettera a Timoteo mostra, invece, Paolo in carcere a Roma in attesa di giudizio: «Onesiforo, venuto a Roma, mi ha cercato con premura, finché mi ha trovato» (2Tm 1,17).
Questi scritti non intendono fornire una cronologia esatta degli ultimi anni della vita di Paolo. La loro importanza è, comunque, indiscutibile perché testimoniano il legame tra l'apostolo e i suoi figli, i quali, dopo la sua morte, lo sentono vivo in mezzo a loro e, come padre e pastore, li incoraggia a interpretare la fede cristiana nelle nuove situazioni socio/ecclesiali.

Da sapere

  • Le lettere pastorali, benché dirette a persone singole, sono interessate alla vita della comunità. Lo prova l'augurio finale diretto all'intera comunità credente: «La grazia sia con voi» (1Tm 6,21; Tt 3,15; 2Tm 4,22).
  • Le lettere nelle quali Timoteo è committente di Paolo sono: 2Cor1,1; Fil1,1; 1-2Tess1,1; Flm 1,1.
  • Le lettere pastorali sono dette anche tritopaoline per indicare il terzo gruppo di scritti che fa riferimento alla persona e al messaggio di Paolo.

Per approfondire

Lettere di San Paolo - paoline

Lettere di San Paolo
Introduzioni, note e approfondimenti

Le Lettere di Paolo si collocano a mezza strada tra le lettere familiari e quelle di carattere ufficiale. Egli scrive ai cristiani delle sue comunità con l'autorevolezza dell'apostolo fondatore, ma anche con il calore e l'affetto di un padre e amico...

acquista


Condividi

Blog

lettere-pastorali.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA