Cambiare?

Il cambiamento richiede un lavoro di autocoscienza e di autocritica, per imparare a vivere la realtà in cui siamo immersi e di cui siamo fatti come un luogo sempre nuovo, inedito, affascinante. Cambiare è possibile, a condizione che si sia disposti a un mutamento interiore, a un cambiamento profondo della personalità, per sviluppare la propria unicità.

Valerio Albisetti ha fatto del tema del cambiamento un punto di forza della sua proposta di psicospiritualità, per avviare un processo virtuoso di crescita, di miglioramento di sé. La riflessione parte dal presupposto che, in genere, a un certo punto della vita si è facili prede della pigrizia perché ci si accontenta degli obiettivi raggiunti: salute, famiglia, successo in ambito lavorativo, sicurezza economica..., talvolta trascinando un ritmo di vita personale e sociale consolidato. Si è convinti che cambiare è troppo difficile, faticoso o addirittura impossibile.

Perché cambiare?

Perché entrare in un percorso di trasformazione, che è trasformazione spirituale, meglio, psicospirituale?
Chi pensa che sia impossibile cambiare, si sbaglia. Partendo dal principio che "noi siamo i nostri pensieri" e che è la visione della vita che ci dirige, Albisetti sollecita il lettore a cambiare mentalità, ad accogliere e a recuperare una proposta di trasformazione spirituale, finalizzata a ridurre al minimo la nevrosi personale e a purificare il proprio vissuto, alleggerirsi di alcune pesantezze che inquinano e condizionano negativamente. Il cambiamento reale e profondodona energia vitale e creatività nuova, "è fonte di importanti informazioni e di indicazioni utili per saperci orientare meglio nel nostro viaggio di senso".

Il tema della vita intesa appunto come un "viaggio di senso" è riproposto nel nuovo testo di Valerio Albisetti Cambiare è impossibile (Paoline 2016) in chiave di esigenza di cambiamento... come quando si torna da un viaggio, dopo un periodo di riposo, e la nostra anima già anela a mettersi di nuovo in viaggio. Non esiste un cambiamento che inizia e termina in se stesso, cambiare perché si è costretti dall'esterno, o cambiare tanto per cambiare, ma si cerca di dare senso a ogni cambiamento orientandolo verso Dio, nostra meta e nostra origine.

Il segreto del cambiamento

Il segreto è restare in contatto con la dimensione profonda di se stessi, per vivere come persone libere e consapevoli.
Il viaggio psicospirituale non è una linea retta, ma un movimento a spirale, fatto di passi in avanti e di passi indietro; quello che conta è non spaventarsi e non uscire dal percorso. E ancora, custodire il nuovo tesoro, le nuove indicazioni di vita che si portano con sé dopo ogni esperienza, indicazioni che arricchiscono la nostra anima.

L'autore usa la propria esperienza professionale e personale per aiutare i lettori, fiducioso nella capacità che c'è in ognuno di noi di essere aperto all'apprendimento, alla trasformazione, alla conversione. Quello che conta è non rimanere chiusi nel nostro Io, per paura, per ricerca di potere, di successo, rivestendo ruoli prestabiliti, seguendo regole meramente formali, evitando di soffrire. La via da seguire attraversa corpo, psiche e spirito, adopera più l'immaginazione, la creatività che la logica, la ragione; non pretende di capire sempre, di poter controllare tutto, ma onora il mistero.
Cambiare è possibile, dunque, ed è una grande sfida, che tutti sono invitati a cogliere, vincendo la tentazione di non affrontare le difficoltà, le crisi, la sofferenza, la perdita. Le difficoltà, in quanto producono coraggio, consapevolezza, senso, devono essere affrontate, altrimenti causano angoscia e disperazione.

Si impara dalle sofferenze, dagli errori; se così non fosse, saremmo condannati a ripeterli per sempre. I nostri errori, se riconosciuti e trasformati, ci purificano, ci liberano. Quello che conta è "andare oltre le ferite ricevute. Uscire dagli schemi mentali assunti per difesa, per paura, per orgoglio. Allargare la mente. Pulire il proprio cuore. Non dobbiamo temere di vivere un'esistenza piena. Soltanto vivendo in prima persona, affrontando ciò che ci capita, come protagonisti del viaggio della vita, la nostra esistenza diviene fonte di godimento, di ammirazione e di senso".

 

paoline albisetti cambiare libro v p

Cambiare?

L'Autore affronta un tema che gli è molto caro, il cambiamento, partendo dalla constatazione che tante persone non vogliono cambiare, trasformarsi, perché sono convinte che è troppo difficile, faticoso o addirittura impossibile. Superare la paura del cambiamento,invece, è una strada di libertà che tutti possiamo percorrere a prescindere dalle stagioni della vita.

 

  acquista


Condividi

cambiare-benessere.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA