Colora le emozioni

Una simpatica proposta didattico-musicale sul tema delle emozioni e dei sentimenti (affetto, gioia, paura, rabbia, amicizia, ecc.), con sei canzoni orecchiabili e ritmate, proposte operative (giochi, filastrocche, indovinelli) e una piccola drammatizzazione.

«Figlio chi t'insegnerà le stelle
se da questa nave non potrai vederle?
Chi t'indicherà le luci dalla riva?
Figlio, quante volte non si arriva!
Chi t'insegnerà a guardare il cielo fino a rimanere senza respiro?
A guardare un quadro per ore e ore fino a avere i brividi dentro il cuore?
Che al di là del torto e la ragione contano soltanto le persone?
Che non basta premere un bottone per un'emozione?»
(Roberto Vecchioni, "Figlio")

Daniel Goleman definisce l'Intelligenza Emotiva «la capacità di riconoscere e gestire le emozioni proprie e altrui e di saperle indirizzare nella direzione più favorevole e vantaggiosa» (L'intelligenza emotiva, Rizzoli, 1997). È una meta-capacità, ovvero una capacità che ci permette di usarne altre più complesse. Un adeguato sviluppo dell'Intelligenza Emotiva permetterà all'individuo di adattarsi meglio ai diversi ambienti che incontra nel suo percorso di vita, di affrontare più agevolmente le nuove situazioni, di sostenere i momenti di difficoltà e saper dare delle risposte appropriate. Goleman sottolinea che l'Intelligenza Emotiva è composta da cinque abilità: la consapevolezza emotiva, che presuppone una cognizione delle proprie emozioni, il controllo emotivo, cioè il saper gestire bene gli stati emotivi, la motivazione, che riguarda soprattutto il comportamento di un individuo verso una meta, l'empatia che si riferisce alla capacità di comprendere gli stati d'animo propri e altrui, le competenze sociali, che fanno riferimento agli aspetti relazionali comunicativi. Il potenziamento di tali abilità si rivela fondamentale nello sviluppo psico-sociale del bambino: gli permetterà di essere forte, di sentirsi adeguato, di affrontare con spontaneità e sicurezza l'avventura delle vita.


Ecco perché nell'educazione un aspetto fondamentale è l'educazione emotivo-affettiva: avviare il bambino ad una profonda e positiva conoscenza di sé, delle sue potenzialità e delle sue fragilità per incentivare l'instaurazione di rapporti significativi e gratificanti con gli altri.
Educare emotivamente equivale a fornire strumenti cognitivi, linguistici, affettivi, abilità sociali con cui nominare, armonizzare, costruire un mondo di eventi e momenti emotivi che accadono dentro la persona e fra le persone.
Bruno Munari sostiene che quando un bambino può esprimere liberamente emozioni e sentimenti attraverso il linguaggio dei segni, delle forme e dei colori, quando un bambino può costruire e reinventare il suo mondo, allora sì, è davvero felice.


Condividi

Blog

colora-le-emozioni.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA