Natale è... non solo regali

I bambini, in classe, fanno progetti per le imminenti feste e sui regali di Natale che riceveranno... fino a quando non si accorgono che il mese di dicembre è misteriosamente sparito dal calendario. Cosa accadrà ora? E i regali che fine faranno?

Uno scherzetto a fin di bene

Gli alunni di una classe, una mattina, parlando dell'imminente stagione invernale, cominciano a pregustare l'arrivo delle festività natalizie: le vacanze, le feste, i dolci... i regali! Ma una terribile scoperta gela il loro entusiasmo: il mese di dicembre è scomparso dal calendario appeso in aula. Com'è possibile? Cos'è successo? Che ne sarà del Natale? E soprattutto: che fine faranno i tanto desiderati regali?
I bambini chiedono aiuto alla maestra che, a sua volta, chiama in aiuto un certo Mago di Natale, che – come recita la pubblicità di un volantino – sembra capace di risolvere tutti i problemi.
Riuscirà questo strano personaggio a rimettere le cose a posto?
In realtà è stata proprio la maestra (con la complicità del direttore della scuola, alias il Mago di Natale) a organizzare questo scherzetto. Che servirà a far scoprire ai bambini un significato più profondo della festa, che finora non avevano mai considerato: cioè che donare è bello come ricevere. Anzi, a volte di più.

Una recita facile da realizzare

Finalmente è Natale è un piccolo spettacolo musicale da allestire con i bambini: un'occasione per parlare dei risvolti consumistici che sono diventati preponderanti rispetto al vero significato di questa ricorrenza. Spesso si dimentica, infatti, che il Natale è la festa della solidarietà, dell'accoglienza, del "donare".

È una proposta simpatica, molto semplice e veloce da realizzare, con sei canzoni complete di basi musicali. Il copione è nel complesso breve e anche i singoli dialoghi scorrono velocemente. Può essere allestita a scuola e in parrocchia, anche da chi non ha tantissimo tempo a disposizione per le prove, coinvolgendo i partecipanti in un lavoro di gruppo educativo e allo stesso tempo divertente. E per provare a ritrovare insieme, anche con l'aiuto del teatro e della musica, il senso del vero Natale.

Ascolta

8019118035455SCHEDA TECNICA
FINALMENTE È NATALE

Titolo: FINALMENTE È NATALE
Sottotitolo: /
Collana: /
Autori: Gabriella Marolda (copione, testi e musiche delle canzoni)
Genere: Spettacolo musicale per bambini
Atti: Unico
Disponibile in: Spartito Copione e CD

Personaggi/Attori: Il copione prevede, oltre ai personaggi della maestra e del Mago di Natale, un gruppo di bambini, gli alunni della classe (che possono essere quindi variabili come numero e genere maschile e femminile).

Tematiche: Natale come festa del dono e dell'accoglienza, non del consumismo.

Destinatari: Bambini 5-10 anni.

Brani: Sta arrivando Natale – Il Mago di Natale – Natale non è – La danza dei regali – Il calendario dell'Avvento – Finalmente è Natale

Trama: Mentre tutti i bambini aspettano trepidanti l'arrivo dei regali di Natale, aiuto! Sul calendario sono scomparsi i giorni di dicembre! Il Mago di Natale spiega che il mese è stato cancellato perché in realtà è sparito il vero significato del Natale, che non dovrebbe essere solo ricevere, ma anche dare. Il calendario si riempirà di nuovo solo se i bambini capiranno che bisogna pensare a donare qualcosa anche a chi è meno fortunato di loro.

Per l'allestimento: Si tratta di una recita molto semplice da allestire: non richiede cambi di scenografia, né di costumi. I personaggi sono quasi tutti alunni di una classe, tranne il Mago di Natale (per il cui costume ci sono suggerimenti nel copione e nel testo della canzone che lo riguarda) e la maestra. Grande libertà quindi di numero di partecipanti e nell'abbigliamento. Se è la singola classe a prepararla, potrebbe essere realizzata proprio in aula, cosa che faciliterebbe l'ascolto per il pubblico di genitori anche in assenza di amplificazione (evitando oltretutto il fastidioso passaggio di microfono "gelato" di mano in mano, usato di frequente in queste occasioni). Le canzoni sono semplici, orecchiabili, ma se i bambini dovessero avere comunque problemi per l'intonazione o il tempo, si consiglia di farli cantare sul brano registrato o sulla base con coro (che permette di eseguire dal vivo le parti soliste, ma con il sostegno delle parti corali registrate).

Commenti: Il punto forte di questa proposta sono le battute divertenti, veloci dei protagonisti. Il tema del consumismo natalizio è trattato con grande ironia e per questo sarà più facilmente apprezzato dai bambini e dai grandi.
È anche, come abbiamo detto, uno spettacolo breve, veloce da allestire, adatto quindi anche a chi non ha molto tempo a disposizione per prepararsi. Un'occasione per parlare dei risvolti consumistici che sono diventati preponderanti rispetto al vero significato di questa ricorrenza. Spesso si dimentica, infatti, che il Natale è la festa della solidarietà, dell'accoglienza, del "donare"... non soltanto del ricevere!
La proposta può essere allestita a scuola e in parrocchia, coinvolgendo i partecipanti in un lavoro di gruppo educativo e allo stesso tempo divertente.

 


Condividi

Blog

natale-e-non-solo-regali.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA