Vita consacrata oggi...

... per la Famiglia Paolina

Vita consacrata oggi e periferie esistenziali sono i temi affrontati dai giovani consacrati della Famiglia Paolina che si sono riuniti a Roma dal 4 al 6 marzo 2016. Nelle loro parole e nei loro volti il desiderio di offrire la vita al Signore, la gioia della condivisione e la ricchezza di essere famiglia.

Qual è il fondamento della vita consacrata, quale la domanda principale da porsi? Sembrerà strano, ma don Giuseppe Forlai, sacerdote diocesano di Roma appartenente all'Istituto Gesù Sacerdote della Famiglia Paolina, risponde che dobbiamo partire da una semplice domanda per capire e vivere la nostra consacrazione: Sto diventando un credente? La mia vita mi aiuta a raggiungere il fine per cui sono stato creato?

All'interno dell'incontro di formazione dei giovani della Famiglia Paolina, Juniores che hanno già emesso i primi voti, ma non ancora i voti perpetui nelle varie congregazioni e istituti (Figlie di San Paolo, Pie Discepole, Pastorelle, Apostoline, Annunziatine, Istituto Gesù Sacerdote e Santa Famiglia), don Forlai ha condiviso alcune riflessioni sul presente e sul futuro della vita consacrata, in modo particolare in riferimento al carisma Paolino.

La vita consacrata, ha spiegato, deve tornare alle radici, deve aiutare a essere cristiani e a vivere in pienezza il battesimo. La vita consacrata allora esiste per dimostrare che la vita cristiana e il battesimo si possono vivere e che il Vangelo può essere uno stile di vita felice. La teologia ci aiuta: vita consacrata è essere memoria di Gesù, chiamata a vivere il canone della sequela che è un invito, un dono.

Quali sono gli appelli del Signore che ci rendono testimoni credibili del Vangelo?

  • Solo il Maestro chiama. Non si progetta la vita consacrata ma si riceve. Questo ci deve rendere disponibili alla novità ma anche ad affidare la storia del carisma in mano a Dio, senza preoccuparci neanche della morte.
  • Nella vita di sequela si impara solo seguendo Gesù. La vita non si studia, la si impara vivendola, mettendo i passi sulle orme di Gesù. Siamo chiamati nei nostri istituti a non parlare più solo di formazione, ma di probazione: è sperimentando che si cresce.
  • Il Signore chiede tre passi specifici: rinuncia ai beni perché il discepolato è itinerante e non deve essere appesantito; rinuncia alla famiglia d'origine; accoglienza della croce intesa come capacità di rinunciare alla stima degli altri, di accettare l'insulto, l'ostilità.
  • La sequela è incompatibile con le scorciatoie, ma non con le cadute. Possiamo cadere e rialzarci con la confessione, ma le scorciatoie giustificano il nostro peccato mettendoci fuori dalla logica del Vangelo.

Ecco allora che i voti, in questa ottica, diventano il modo per far circolare dentro di noi le virtù teologali che ci vengono regalate nel battesimo, perché siamo chiamati a vivere il Vangelo. La fede la viviamo con l'obbedienza, la speranza con la povertà e la carità con la castità.

Verso le periferie esistenziali

gruppo juniore famiglia paolinaCon questa forza del battesimo vissuto con i voti, possiamo affrontare le periferie esistenziali che papa Francesco ci indica. Per la Famiglia Paolina la prima periferia, i primo confine da superare è tra di noi: abbiamo la grazia e la forza dello Spirito per essere veramente Famiglia tra i vari istituti e possiamo sempre più essere un solo corpo nella gioia della condivisione della preghiera e dell'apostolato.

Abbiamo poi delle "periferie interne" da accogliere e trasformare in ricchezza: vivere la bellezza comunitaria e non farci prendere dallo scoraggiamento per la scarsità delle vocazioni, ma testimoniare con la vita la vitalità del Vangelo anche oggi.

Alberione, poi, continuerebbe anche in questo nuovo secolo ad andare, ad oltrepassare barriere e confini per portare il Vangelo. Nostra periferia esterna quindi è proprio portare la sapienza della scrittura a un'umanità che ha sete di leggere la propria storia con la Parola di Dio. Avanti allora giovani Paolini! Che questo sia solo il primo passo di una storia da scrivere insieme per il Vangelo!


Condividi

vita-consacrata-oggi.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA