Il canto gregoriano incontra i suoni contemporanei

Canticum novum è un progetto innovativo, che unisce il canto gregoriano a sonorità etniche, acustiche, elettroniche. È un'opera che offre una lettura contemporanea e godibilissima di questo insuperabile patrimonio artistico. Il CD contiene una scelta di canti gregoriani che vanno dalla Quaresima al Tempo pasquale, alla Pentecoste, fino alle solennità dei SS. Pietro e Paolo. 

Un ponte di comunicazione tra epoche diverse

I brani sono eseguiti dal prestigioso Coro Gregoriano Mediæ Ætatis Sodalicium e accompagnati dalle elaborazioni musicali del Gruppo Campus. Scrive Enzo Barabas, leader del Gruppo Campus e ideatore del progetto, nella presentazione dell'opera: «Provengo dalla musica rock, ma fili sottili e inscindibili mi legano al canto gregoriano da sempre; un senso di "nostalgia" ancestrale impressa nell'anima che si manifesta e si fa riconoscere. Immergermi nello studio di antichi manoscritti presso l'abbazia di Rosazzo, dove l'U.S.C.I. Friuli Venezia Giulia da tredici anni organizza seminari di studio di canto gregoriano, ha rafforzato la mia consapevolezza, permettendomi di liberare la creatività verso nuovi orizzonti, attingendo a un pozzo inesauribile di melodie bellissime. Il progetto Canticum novum ha lo scopo quindi di avvicinare la "mia" musica al canto gregoriano, attraverso l'elaborazione di sonorità più vicine al mondo musicale in cui sono cresciuto. Quello che ho inteso gettare, con la collaborazione del coro gregoriano Mediæ Ætatis Sodalicium, dell'amica Bruna Caruso e del Prof. Nino Albarosa, è un ponte di comunicazione tra epoche diverse e modi di vivere diversi, con il solo scopo di appassionare.

Un filo conduttore unisce gli undici brani: Dio ha inviato suo Figlio per farci conoscere l'Amore che nutre per l'umanità. Attraverso Cristo Dio vuole annunciare agli uomini la lieta novella. Partendo quindi dalle scritture del vecchio Testamento (profezie di Isaia), arriviamo al tempo forte di Cristo, rappresentato dalla sua passione, morte e risurrezione. La Parola di Cristo viene affidata agli Apostoli e a Maria nel Cenacolo perché il lieto annuncio venga portato alle generazioni nei secoli.
Canticum novum rappresenta musicalmente l'inizio di un nuovo percorso che ha come meta la sintesi; cioè il tentativo di ricondurre una creatività esuberante nell'unico alveo dove tutto si ricompone, si unifica, si riappacifica. Canticum novum è il personale viaggio verso l'essenzialità, nella consapevolezza che molta strada resta ancora da percorrere».

Un esperimento riuscito

In merito alla riuscita di quest'operazione artistica, ecco cosa scrive il prof. Nino Albarosa, studioso di gregoriano di fama internazionale: «Enzo Barabas possiede una acuta sensibilità musicale e una straordinaria capacità acustica e "combinatoria". Così è stato capace di ambientare i brani gregoriani della presente registrazione entro una fantasia sonora molto ben pertinente, senza snaturare per nulla il contenuto e lo spirito di quelle musiche e di quei testi venerandi. Esperimento spiritualmente ed esteticamente alto, merita di essere conosciuto e continuato».

Il rispetto per un grande patrimonio artistico

Per finire, riportiamo le parole di Bruna Caruso, direttrice del Coro Gregoriano Mediæ Ætatis Sodalicium: «Abbiamo accettato questa per noi inusuale collaborazione, perché riconosciamo in Enzo e nel Gruppo Campus la capacità di utilizzare sonorità etniche, acustiche, elettroniche in ritmi sovrapposti e, nonostante tutto, di far fluttuare ancora libero nel suo ritmo il canto gregoriano, senza mai mortificarlo o imbrigliarlo nel tappeto di suoni che con maestria riesce a creare. Con Canticum novum Enzo ha confermato il suo grande rispetto nei confronti di questo insuperabile patrimonio artistico, comprendendone l'essenza attraverso una rivisitazione molto personale».

Per gli amanti del canto gregoriano e delle contaminazioni musicali, un CD dunque da non perdere.

paoline barabas canticum novum cd brCANTICUM NOVUM
Il gregoriano nell'atmosfera di nuove sonorità

Un progetto innovativo che unisce il canto gregoriano a sonorità etniche, acustiche, elettroniche, lasciando libero il canto originale. Un'opera che offre una lettura contemporanea e godibilissima di questo insuperabile patrimonio artistico.

 


Condividi

il-canto-gregoriano-incontra-i-suoni-contemporanei.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA