Rinnovare la memoria della Novena di Natale

Un album per gli amanti del canto gregoriano e di quel repertorio latino della chiesa che avvicina l'antica sacralità dei riti al sentimento della comunità dei fedeli: è la "classica" Novena di Natale, conosciuta ed eseguita anche in italiano e qui riportata in latino. Un patrimonio religioso che unisce numerose generazioni nel nome di un sentimento popolare legato al Natale.

La Novena del santo Natale

La presentazione di questo album è affidata a Giacomo B. Baroffio, uno dei massimi esperti in Italia di canto gregoriano. Ne riportiamo una parte:
«Si fa strada e ci accompagna negli ultimi giorni prenatalizi un 'esercizio' che ci aiuta a raggiungere la mèta del 25 dicembre: è la Novena del santo Natale. È una serie di nove incontri – dal 16 al 23 dicembre – nei quali il popolo cristiano si riunisce per realizzare un preciso programma: giungere preparato alla solennità. Preparati interiormente nella piena coscienza di quanto sta per accadere. Per poter vivere il Natale con pienezza, per poter prolungare la novità del Natale nei mesi successivi.
La Novena è diffusa dalla fine del XVIII secolo. È costituita fondamentalmente da alcuni elementi caratterizzanti, tratti dalla Liturgia delle Ore e adattati a questa celebrazione. Oggi la Novena si presenta con i brani tradizionali latini oppure con gli stessi testi tradotti in italiano ed, eventualmente, con nuove musiche.

Rinnovare la memoria

Il coroHæc dies in questa circostanza si offre quale punto di riferimento per ridestare l'attenzione e rinnovare la memoria delle passate novene. Testi e melodie possono riprendere vita nel cuore e illuminare il cammino dei nove giorni. Ad altre persone singole e a compatti nuclei famigliari o di amici, il CD si propone quale guida per avere un primo contatto con il mondo della Novena, per prendere dimestichezza con i vari elementi al fine di poter partecipare alle funzioni: cantando dopo aver pensato ai testi e averli assunti come strumenti di dialogo con il Dio che si è incarnato e con la Chiesa che ora l'accoglie trepidante.
Il percorso tracciato dal canto tradizionale di Hæc dies ammette delle varianti in corso d'opera, nel rispetto del principio che vige tacitamente nel programmare un evento cantoriale liturgico. Si deve essere pronti a ogni forma di arrangiamento.
Ci si adatta alle capacità reali delle persone disponibili. Così si scelgono, di volta in volta, i gruppi che eseguono determinati canti corali, si incaricano singole persone di intervenire da solisti. Ciò che conta è che il canto favorisca la vita di fede, contribuisca a elevare i cuori facendoli entrare in una dimensione che va oltre un'emozione estetica per confermare un'esperienza di Dio in terra. In tale prospettiva si apprezza la scelta del coro di aver allargato il contesto della preghiera prenatalizia con la proposta di altri canti appropriati quali l'antifona mariana Alma redemptoris mater e gli introiti delle domeniche d'Avvento e di Natale.

Le tappe dell'itinerario

L'itinerario della Novena si snoda attraverso precise tappe che introducono in tematiche attinenti al divenire della vita in Cristo.
L'Invitatorio ricalca la struttura dell'omonima preghiera con cui inizia ogni giorno dell'anno la preghiera delle Ore. Nella Novena l'antifona è cantata sempre integralmente e il salmo 94 è sostituito da 8 versi. L'antifona è un invito a riunirsi per pregare in adorazione (Regem venturum Dominum, venite adoremus); i versi riprendono gli annunci messianici degli antichi profeti d'Istrael.
La salmodia delle Ore è qui sostituita da 14 versi raggruppati in un Polisalmo. Tranne uno tratto da Habacuc, gli altri versi sono ricavati dal profeta Isaia e dai salmi.
La Lettura breve può essere scelta ogni giorno diversa e può coincidere con la prima lettura della Messa. Opportuna è una parola di chiarificazione e attualizzazione. L'Inno scelto è quello proprio dei vespri nel tempo d'avvento: Conditor alme syderum, un canto attribuito a un autore del VII secolo. Il Versicolo è una formula estremamente semplice che funge da cerniera tra due sezioni della preghiera corale.
Il Magnificat in questi giorni è accompagnato dalla serie più comune delle Antifone 'O' (O Sapientia... O Emmanuel) che cantano il mistero del Dio fatto uomo. L'Orazione conclusiva è la colletta propria del giorno, com'è proposta dal Messale Romano nella III edizione».


Condividi

Blog

3651-rinnovare-la-memoria-della-novena-di-natale.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA