#MusicaCheUnisce

Parole e suoni insieme hanno un sapore universale, attraversano e superano le barriere virtuali per arrivare nell'anima. La musica ha la capacità di unire! In questo tempo di pandemia tanto particolare perché inedito, la musica può avere e ha una forza particolare. Come?

Dall'inizio della pandemia, abbiamo partecipato a flash mob sui balconi, abbiamo assistito a concerti di cantanti online, abbiamo condiviso sui social brani musicali; gli stessi operatori sanitari, impegnati in un compito molto difficile, hanno più volte utilizzato questo linguaggio per far arrivare la loro voce.

Sì, la musica unisce. Con la sua armonia di parole e suoni, tiene insieme in noi emozioni e pensieri, unisce la testa con le sue riflessioni, il cuore con i suoi sentimenti e anche le mani e i piedi per far nascere progetti e per metterci in cammino con nuove attività. Ma la musica ci stringe anche agli altri, ci fa sintonizzare tutti sulla stessa lunghezza d'onda: basta un ritornello cantato insieme, anche a distanza, per creare comunione, per comunicare sensazioni, per abbattere mura. La musica, allora, può anche aprirci alla preghiera, può metterci tutti e interamente davanti a Dio.

Avete mai provato a pregare con le canzoni? No, non serve per forza un "canto di Chiesa"... Quello che vogliamo proporvi è proprio questo, pregare con la musica. È molto semplice: prendete una canzone che vi piace, che vi muove dentro, raccoglietevi in un angolo della casa e provate ad ascoltarla avendo Gesù come interlocutore. Raccontate a Lui i sentimenti che vi nascono dentro, senza paura; fate entrare i vostri rapporti, le vostre amicizie in questo colloquio con lui; e infine esprimetegli i desideri che scaturiscono in voi, magari leggendo un brano di Vangelo o associando le parole del canto a una frase della Scrittura che vi viene in mente.

Nel video che trovate sotto a questo articolo, Chiara, Noemi e Lucia hanno cantato per noi e condiviso il brano Nessun grado di separazione di Francesca Michelin... e noi abbiamo cercato di proporvi quello che intendiamo con "pregare con la musica". Commentate indicandoci anche voi i tre aspett che la canzone vi comunica: emozione, condivisione e preghiera. Tutto chiaro? No? Allora guarda il video, sr Veronica ti spiega in concreto come fare!
Sarebbe bello se si potesse creare una rete di musica che unisce!
Come le nostre tre amiche, anche voi riprendetevi mentre cantate o suonate la canzone che accompagna la vostra quarantena; poi contattateci inviando il vostro video all'indirizzo mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Lo pubblicheremo sulla pagina social Paoline e Giovani e interagiremo tutti assieme, pregando con voi!


Condividi

musicacheunisce.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA