Prendiamoci cura del nostro pianeta

Papa Francesco porta avanti con tenacia la lotta in difesa del pianeta, sottolineando che custodire il creato non è compito dei soli cristiani, ma è dovere di tutti poiché il rispetto per ogni creatura di Dio è il rispetto per l'ambiente in cui viviamo.

Un'Enciclica "verde"
Molti sono gli interrogativi sollevati da Francesco che ci fanno riflettere su questa importante causa: «che cosa vuol dire coltivare e custodire la terra? Noi stiamo veramente coltivando e custodendo il Creato? Oppure lo stiamo sfruttando e trascurando? Il verbo "coltivare" mi richiama alla mente la cura che l'agricoltore ha per la sua terra perché dia frutto ed esso sia condiviso: quanta attenzione, passione e dedizione! Coltivare e custodire il Creato è un'indicazione di Dio data non solo all'inizio della storia, ma a ciascuno di noi; è parte del suo progetto; vuol dire far crescere il mondo con responsabilità, trasformarlo perché sia un giardino, un luogo abitabile per tutti».

Un luogo abitabile per tutti, sottolineo, perché i primi a perire dei cambiamenti climatici, dell'inquinamento e della drastica riduzione delle zone vergini, sono proprio le popolazioni in via di sviluppo. Ed è questo, in fondo, il vero obiettivo di Papa Francesco; salvaguardare i paesi più poveri dagli effetti devastanti che queste problematiche potrebbero causare. Anche un aumento di pochi decimi di grado nella temperatura atmosferica, difatti, può avere conseguenze devastanti sulla terra, ad esempio l'aumento della diffusione di malattie come la malaria, il peggioramento dei raccolti agricoli dell'Africa subsahariana, o ancora, migrazioni di massa da zone divenute ormai inabitabili. Questo lato della questione, rivela lo stretto rapporto tra custodia del creato e giustizia per cui la Chiesa combatte duramente.

Prima martire del creato
In questo contesto si inserisce una figura emblematica della lotta alla custodia del creato. Mi riferisco a Dorothy Stang, suora missionaria statunitense definita prima martire del creato. Sr. Dorothy fu assassinata nel 2005 ad Anapu, nello stato brasiliano del Parà, per aver preso posizione contro i latifondisti ed essersi battuta a favore dei poveri e dei diritti dei lavoratori. L'ambientalista amazzonica, così è conosciuta in Brasile, sosteneva l'idea di una Chiesa che fosse voce profetica di giustizia sociale; lottò per difendere la foresta amazzonica, dove la famelicità dell'uomo si è tradotta in morte e distruzione.

Papa Francesco sa bene quanto le azioni dell'uomo, soprattutto di chi riveste ruoli importanti, siano fondamentali per evitare che storie come quella di Dorothy Stang si ripetano: «Vorrei chiedere, per favore, a tutti coloro che occupano ruoli di responsabilità in ambito economico, politico o sociale, a tutti gli uomini e le donne di buona volontà: siamo "custodi" della creazione, del disegno di Dio iscritto nella natura, custodi dell'altro, dell'ambiente; non lasciamo che segni di distruzione e di morte accompagnino il cammino di questo nostro mondo!»

paoline custodia del creato bambini libri 2Educhiamo i più piccoli
Ma il discorso non deve essere affrontato solo dalle grandi organizzazioni nazionali, dai politici o da chiunque rivesta un ruolo di potere, poiché il futuro, si sa, è nelle nuove generazioni. Incoraggiare i più piccoli al rispetto dell'ambiente è di cruciale importanza. Insegnare loro i rischi dell'inquinamento, un uso responsabile delle fonti di energia, educarli ad un corretto smaltimento dei rifiuti, spiegare loro che l'acqua è un bene prezioso, fondamentale per la vita di tutti gli esseri viventi, sono argomenti da affrontare fin da subito, perché prendersi cura della terra equivale a prendersi cura di noi stessi e del nostro futuro.Come Paoline conosciamo bene il valore di questa educazione, per questo dedichiamo gran parte della nostra produzione alla tematica ambientale. Proprio negli ultimi mesi abbiamo pubblicato una serie di quattro libri per bambini dai 6 agli 8 anni, ognuno incentrato su una problematica specifica riguardante l'ambiente. I titoli sono: Click! L'energia; Splash! L'acqua; Puff! L'aria; Bleah! I rifiuti. Ogni volumetto contiene schede e attività per supportare l'insegnamento di educatori e familiari.

paoline custodia del creato bambini cd 1Vasta è anche la produzione musicale e teatrale dedicata al rispetto del pianeta. Terra amica, ad esempio, è una compilation di otto canzoni tutte a tema ambientale, da utilizzare per laboratori didattici, concerti o piccoli spettacoli. Riciclando s'impara, invece, è una proposta teatrale e musicale su temi di grande attualità, come la raccolta differenziata e il riuso creativo dei rifiuti. Oltre alle canzoni e alle basi musicali, contiene il copione teatrale, testi e spartiti delle canzoni e alcune proposte operative per la creazione di un laboratorio manuale sul riciclo. Tutti i nostri prodotti forniscono un'opportunità per sensibilizzare i bambini verso le problematiche ambientali ed educarli alla salvaguardia del pianeta attraverso metodi divertenti che permettono loro di apprendere questioni importanti giocando.

Con l'uscita dell'Enciclica di Papa Francesco cogliamo l'occasione per ribadire l'importanza dell'impegno di ciascuno di noi a rispettare l'ambiente, perché ogni piccolo gesto, può rivelarsi un grande aiuto per il pianeta.


Condividi

prendiamoci-cura-del-nostro-pianeta-2.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA