Scegliere approfondire stupirsi

Attualità /3

«Ieri ti ho mandato il video dei bambini nati ipovedenti che, per la prima volta, vedono bene con mini-occhiali speciali...» Così inizia la terza lettera di Gigi Cotichella rivolta al figlio, pubblicata nel dossier interno alla rivista "Catechisti parrocchiali" di dicembre, per parlare della capacità di imparare a vedere con occhi nuovi e sapersi stupire di ogni piccola cosa.

Una lettera sul rischio tipico del nostro tempo: guardare tutto e non vedere niente. Ma, per fortuna, una soluzione c'è...

Carissimo Simone,
ieri ti ho mandato il video dei bambini nati ipovedenti che, per la prima volta, vedono bene con mini-occhiali speciali. È un tripudio di sorrisi e gridolini, appena «riescono a vedere». Non voleva essere un'arguzia per sdrammatizzare il tuo prossimo passo da «occhialuto», avendo ereditato la miopia di famiglia, ma un augurio: che tu possa vedere! Vedere in un modo profondo e rinnovato. Ti piace la scienza e sai che riceviamo continuamente notizie dai nostri occhi... e, quando qualcosa ci colpisce, ci concentriamo per fissarlo meglio. Di fatto siamo noi che decidiamo cosa guardare e, quindi, vedere e credere: puoi considerare solo il male, oppure guardare e sponsorizzare il bene.

Il primo passo per uno sguardo rinnovato, allora, è scegliere cosa guardare. Non fingendo che il resto non ci sia, ma decidendo cosa conta. Pensa ai giorni in cui hai ricevuto tanto, tuttavia vai a letto triste perché ti soffermi sull'unica nota stonata che ti è capitata.

Il secondo passo ce lo dà la scienza: devi affrontare i cattivissimi «bias cognitivi»! «Che cosa?».
Il nostro cervello deve prendere troppe decisioni e allora tende a cercare scorciatoie. Ma spesso questo induce a errori di pensiero, che sono i nostri «bias»! Usa i bias chi spettegola, chi scrive fake news, chi ti vuole truffare; costoro si basano su pregiudizi e danno una visione distorta della realtà. Agiscono sulle emozioni e sulla sensazione di novità: «Hai saputo di Carlo? Sta dicendo che sei...». Di colpo vediamo la realtà in altro modo, entrando in confusione.
Ecco il secondo passo che è richiesto: essere critico e approfondire che cosa vedi.

Come terzo passo vorrei comunicarti lo stupore del guardare, come quello di Bachir, bimbo cieco di 6 anni, profugo saharawi che, dopo un'operazione, è tornato a vedere. Sai quali sono state le sue prime parole dopo l'intervento? «Adesso posso guardare la televisione, andare in bicicletta, correre, guardare gli altri, vedere come sono fatte le persone, vedere che faccia hanno i miei genitori, ammirare gli alberi, il sole, il cielo». Ecco lo stupore di vedere ogni giorno tutto come se fosse la prima volta. Scegliere, approfondire, stupirsi.

Auguro uno sguardo buono a te che hai ricevuto, in dono, occhi meravigliosi e una vita per imparare a usarli, riconoscendo la bellezza.
Tuo papà

paoline logo liberi ci doniamo doss 20 21Mi metto in gioco

• Prendete 4 fogli a testa. Divideteli a metà. Su ogni colonna disegnate una lente (o un occhio), e sulla prima: «+» e sull'altra: «-».
Ogni foglio rappresenta un ambito della vita: scuola, casa, amici... Riportate tutto ciò che vedete di bello (+) e tutto ciò che non vi piace (-).
• Quale sguardo vince nei diversi ambiti?
• Condividete in gruppo, anche in modalità online

 

Dall'articolo: Scegliere approfondire stupirsi, di Gigi Cotichella, in "Ragazzi&Dintorni", dossier di Catechisti parrocchiali 3 - Novembre 2020.

Catechisti Parrocchiali 3,dicembre 2020, paoline

Catechisti parrocchiali n. 3
Dicembre 2020

Gli itinerari di «catechesi mistagogica» focalizzano la novità di vita e di amore del cristiano, che è liberato dal male nel battesimo, per il dono di grazia di Gesù. La novena di Natale celebra Gesù, Uomo nuovo, nostra speranza e salvezza. Gli altri contributi aprono alla relazione vitale con il Signore e tutti. Il Dossier è sul tema: #occhinuovi.

  acquista (in formato carta 


Condividi

scegliere-approfondire-stupirsi.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA