Perdona te stesso

Misericordia in pillole

"Fa' a te stesso il dono del perdono" (David Shell).

"Chi di voi è senza peccato getti per primo la pietra contro di lei".
E' stato lo scaltro invito fatto da colui – Gesù - che davvero conosceva
e conosce cosa alberga nel cuore di tutti.
Lo ha fatto a un gruppo di uomini in favore di una donna
che essi giudicavano peccatrice.
Egli che era ed è – secondo papa Francesco -
"l'espressione massima della giustizia e della fede",
non condannava, e non voleva che altri lo facessero.
Questa condanna effettivamente
avrebbe ulteriormente umiliato la donna...
Siamo tutti mancanti. Siamo tutti a volte perdenti.
Siamo tutti peccatori.
E il peccato umilia; il peccato pesa;
può schiavizzare nello scoramento; nella sfiducia.
E invece sappiamo e 'dobbiamo' crederlo.
Tutti siamo salvati in forza di un amore; l'amore di Dio
e "Dio è più grande del nostro peccato" ripete papa Francesco.
Per questo, fiduciosi e liberi, possiamo pregare
con il grande Padre della Chiesa Gregorio di Nazianzo:

"Voglio di nuovo tornare in salute
per gridare il tuo nome a tutti.
Signore, mia forza,
non lasciarmi solo.
Se nella tempesta ho tradito
voglio ritornare da te".

E torneranno anche la pace e la gioia nel proprio cuore
e una rasserenata relazione con ogni prossimo.

Pensiero di David Shell, in: Mettiamoci una pietra sopra, Paoline, commento di Biancarosa Magliano

9788831535199 p

Mettiamoci una pietra sopra

Perdonare significa piegarsi senza spezzarsi; essere abbastanza forti per portare il peso gravoso dell'offesa ma flessibili per poter guarire.

 

acquista


Condividi

perdona-a-te-stesso.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA