Nelson Mandela

L'uomo, lo statista, il leader

Nelson Mandela, studente, attivista politico, giovane avvocato, leader di partito, poi carcerato e, infine, presidente del suo paese, il Sudafrica, è l'antieroe par excellence della modernità (Danilo Campanella).

Per capire una persona è necessario conoscere il contesto umano, sociale e culturale da cui proviene. Nelson Mandela è stato un uomo carismatico e, conoscere il contesto in cui nasce ed elabora il suo pensiero e il suo impegno politico, è una condizione imprescindibile per comprendere la forza e il coraggio che lo hanno accompagnato in una battaglia di libertà che ha coinvolto tutta la sua esistenza e che ha pagato con 27 anni di durissima prigionia.

Danilo Campanella, autore di questo saggio biografico, ricostruisce con grande attenzione il contesto sociale e politico del Sudafrica a cento anni dalla nascita del suo leader (1918-2018); un paese dove una minoranza di bianchi dominava, con la violenza della schiavitù e della segregazione, donne e uomini che da sempre avevano abitato quelle terre. Bianchi divisi tra loro per un primato che ritenevano loro diritto: da una parte i boeri, di origini olandesi e dall'altra gli inglesi. Tra la fine dell'800 e gli inizi del '900 queste terre hanno visto due guerre combattute per una supremazia che, sicuramente, non interessava le popolazioni africane, considerate, dai belligranti, senza diritti.

È in questo contesto che Nelson Mandela matura il suo impegno contro la discriminazione e lo fa assumendo come "suo orgoglio" ciò che maggiormente i dominatori disprezzavano, e come "suo punto di forza" gli handicap etnici. Senza mezzi, avvalendosi solo della sua intelligenza e della sua tenacia, si oppose con tutto se stesso alla cultura imperante del tempo, coinvolgendo persino le masse amorfe e facendole vibrare, a poco a poco, come popolo con una specifica identità, come sottolinea l'Autore nell'introduzione al libro.

Questo saggio non racconta solo la vita di Mandela, ma la storia di un popolo che difende con orgoglio la sua dignità; è la storia del continente africano, ricco di tradizioni culturali e di sapienza, che l'Occidente si ostina a raccontare solo dal suo punto di vista: conquiste e sfruttamento, dominio coloniale, imposizioni culturali... orgogliosamente e superficialmente convinto che la cultura sia, in buona sostanza, la sua.

Nelson Mandela, nella sua lotta contro l'Apartheid inventa la terza via: non con i colonizzatori, non contro i colonizzatori, ma per la costruzione di uno stato multietnico, aperto al mondo, libero e indipendente.
«Nessuno nasce odiando i propri simili a causa della razza, della religione o della classe alla quale appartengono. Gli uomini imparano a odiare, e se possono imparare a odiare, possono anche imparare ad amare, perché l'amore, per il cuore umano, è più naturale dell'odio» (Nelson Mandela).

paoline campanella nelson mandela libro p

Nelson Mandela
L'uomo, lo statista, il leader

Pagine molto documentate sulla vita e sull'impegno umano e politico di Nelson Mandela per la pace, la giustizia e i diritti  umani nel Sudafrica, segnato dalla piaga dell'Apartheid. Una pagina di storia del cammino di liberazione dell'Africa e un omaggio al centenario della nascita di Mandela.

  acquista 


Condividi

nelson-mandela.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA