Un anno pastorale... in “tour”/3

Il tour formativo per i catechisti ha fatto tappa anche nella diocesi di Nocera Inferiore-Sarno (SA). L'invito per la realizzazione di due serate con i catechisti e gli educatori è stato rivolto, a noi Paoline, da don Carmine Vitolo, incaricato per l'evangelizzazione e la catechesi nella forania di Nocera Inferiore.

Il tema dell'incontro, realizzato il 22-23 novembre 2017, era: «La Parola e le parole: una storia di salvezza che continua».

La nostra proposta ha cercato di favorire un incontro profondo con il Signore, offrendo, in tal modo, anche indicazioni di metodo e pedagogiche, in ordine a una catechesi esperienziale, vitale e trasformativa. Il momento celebrativo iniziale ci ha introdotti subito nell'ascolto della Parola e nella relazione con il Signore, predisponendo il cuore e tutto l'essere a guardare la realtà con «gli occhi di Dio» e a vedere ciò che appare, ma soprattutto ciò che traspare, nella creazione, nelle situazioni... Ad andare in profondità. In ogni realtà, infatti, si manifesta la parola di Dio, che è evento e Parola.

Nell'approfondimento si è evidenziato come la parola di Dio non è vana o vuota, come possono essere le nostre parole, ma è Parola creatrice, salvifica, performativa, in quanto compie ciò che dice, e trasformativa, in quanto ci rende persone nuove e sempre più «figli di Dio», conformi al Figlio Gesù. È una Parola che manifesta e compie il progetto di amore di Dio per noi. Ogni Parola e «tocco» di Dio, infatti, è una chiamata dalla «morte» alla vita nuova. Un invito a risorgere: «Talità kum = risvegliati, alzati». È una chiamata dal peccato, dall'egoismo all'amore; dai limiti e fragilità alla fiducia in Dio; dalle nostre tenebre alla luce; dall'individualismo alla comunione con la Trinità e gli altri...

La Parola, che ha creato ogni cosa e ha operato la storia di salvezza, Dio l'ha rivelata tramite i profeti e, nella pienezza dei tempi, in Gesù, il Verbo che si è fatto carne ed è venuto ad abitare in mezzo a noi (cfr. Eb 1,1-2). Gesù è la pienezza della rivelazione del Padre, è la stessa parola del Padre, "pieno di grazia e di verità" (Gv 1,14). Tale Parola evento è "raccontata" nella Bibbia che è il Libro e l'anima della catechesi (DB 105-107). E la parola di Dio è centro e fondamento, la fonte della catechesi (cfr. DB 10-16.35.37b; DGC 94 e DV 10).

Evangelizzazione e catechesi

IMG 20171205 WA0008Si è spostato il focus, quindi, su evangelizzazione e catechesi, che si caratterizzano come comunicazione e annuncio della parola di Dio, del progetto salvifico di Dio in Gesù. La catechesi è mediazione della Parola e servizio alla Parola; è spezzare il Pane della Parola. Il cuore della sua identità è nel rapporto costitutivo con la Parola. L'annuncio centrale (il kerigma) è la morte e la risurrezione di Gesù, che, oggi, qualifichiamo come "primo annuncio".

Il legame della catechesi con la Parola è da considerare in rapporto alla cultura: dentro essa e nelle situazioni e luoghi di vita occorre ascoltare i segni dei tempi e l'azione di Dio nella storia. Per cui, oltre a comunicare la Parola come contenuto, occorre articolare la proposta cristiana secondo la Parola-evento, seguendo la pedagogia di Dio e di Gesù, nella linea dell'incarnazione. Gli stessi processi catechistici si devono ritmare secondo tale parametro. E, oggi, è urgente ripensare l'approccio verso gli interlocutori attuali, i nativi digitali e i millennials, nella linea di una nuova pedagogia e di una nuova relazionalità.

«In particolare è necessario che l'ascolto della Parola diventi un incontro vitale... che fa cogliere nel testo biblico la parola viva che interpella, orienta, plasma l'esistenza» (NMI, 39). La Bibbia, inoltre, è da leggere e interpretare con l'aiuto dello stesso Spirito mediante il quale è stata scritta (cfr. DV 12c). L'ascolto e l'accoglienza della Parola ci fanno crescere nella relazione intima con la Trinità, aprendoci al suo amore, in un incontro personale con ciascuna delle persone divine: Dio Padre, Gesù e Spirito Santo, così da stabilire relazioni significative in famiglia, in comunità, con gli altri catechisti, con i catechizzandi e le loro famiglie.

È seguita la presentazione del Vangelo secondo Marco, a partire dai contributi offerti in Catechisti parrocchiali e dal poster su cui sono ritmati gli itinerari di iniziazione cristiana e per i genitori. Nelle due serate un tempo è stato dedicato ad attività di laboratorio.

Il riscontro dei partecipanti, circa 100, con una buona presenza di giovani catechisti, è stato notevole. Non sono mancate richieste di approfondimento anche durante la presentazione. Molto significativi si sono rivelati gli interventi, durante il momento celebrativo, espressi come risonanze e comunicazioni di vita.

sr M. Rosaria Attanasio

Leggi anche: Un anno pastorale... in tour/1 e Un anno pastorale... in tour/2 in Catechesi e pastorale e visita la pagina di Catechisti Parrocchiali su Paolinestore.


Condividi

un-anno-pastorale-in-tour-3.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA