Come cerva sui monti

Il 30 settembre si celebra il centenario della nascita di suor Maria Pia Giudici, grande testimone della spiritualità cristiana dei nostri tempi.

La figura di sr Maria Pia Giudici (Viggiù 1922 – Subiaco 2020), salesiana, donna di notevole spessore spirituale e di grande energia creativa, è fortemente legata all’eremo di San Biagio, nei pressi di Subiaco: luogo in cui, negli anni Settanta del secolo scorso, ha preso vita una casa di preghiera pensata soprattutto per i giovani, ma aperta a tutti. L’obiettivo dell’educazione, fondamentale per don Bosco e di conseguenza anche per suor Maria Pia, è stato il punto di riferimento continuo della sua opera lungo gli anni.

A lei Graziella Curti ha dedicato un’agile biografia, arricchita dalla prefazione di Susanna Tamaro e dalla postfazione di Mons. Giovanni Giudici, Vescovo emerito di Pavia e nipote di suor Maria Pia. Il titolo, Come cerva sui monti, si riferisce a un’espressione con cui lei stessa amava definirsi.

Il libro, che ripropone la sua voce e quella di varie persone che l’hanno conosciuta (tra queste anche il cardinale Martini), vuole essere memoria e testimonianza della sua vita, del suo contatto fecondo con la parola di Dio e della sua spiccata capacità di parlare ai giovani. Sempre animata dalla volontà di dare loro una proposta educativa forte, puntava sul richiamo all’interiorità, ancorata saldamente al Vangelo e perciò valida alternativa all’individualismo e al chiasso contemporanei.


Condividi

come-cerva-sui-monti.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA