Moby Prince: la verità sta emergendo

Nelle sue recenti conclusioni, la Commissione d’inchiesta parlamentare su uno dei tanti misteri d’Italia conferma quanto già ipotizzato fin dal 2005 da Enrico Fedrighini nel suo libro-inchiesta.

Le motivazioni ufficiali della collisione del traghetto con una petroliera, il 10 aprile 1991, pochi minuti dopo essere salpato dal porto di Livorno - collisione che ha causato la morte di 140 persone - sono da subito apparse quantomeno discutibili. Per molto, troppo tempo, si è parlato di nebbia o di avaria, ma pochi giorni fa le conclusioni dell’ultima Commissione d’inchiesta parlamentare sulla tragedia hanno dimostrato che quel drammatico giorno le condizioni meteo erano ottimali e di prove di avarie non è mai stata trovata traccia alcuna.

Che queste presunte verità fossero prive di fondamento lo aveva scritto, fin dal 2005, anche Enrico Fedrighini nel suo libro Moby Prince. Un caso ancora aperto. Nel libro-inchiesta, giunto quest’anno alla sua sesta edizione, si parla invece di fatti poco indagati, come la presenza di navi senza nome che movimentavano armi, fuggite improvvisamente dopo la collisione, ma anche manomissioni e sabotaggi sul relitto del traghetto, documenti scomparsi, testimonianze dimenticate. E, soprattutto, s’ipotizza che il Moby Prince avesse operato una manovra improvvisa di rientro in porto, costretta evidentemente dalla presenza di “qualcosa”. D’altra parte, come si legge nel libro, quella sera il porto di Livorno era sovraffollato, con la presenza di numerose navi militari del governo USA e altre non ben identificate imbarcazioni.

Tutti fatti che proprio la Commissione d’inchiesta ha ora confermato. Molto, ancora, è da chiarire. Ma di certo la nebbia - questa sì, reale - che in questi decenni ha avvolto la verità, finalmente comincia a diradarsi. 


Condividi

moby-prince-la-verita-sta-emergendo.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA