Paoline a "Più Libri Più Liberi"

Torna, dal 4 all'8 dicembre, una delle più importanti manifestazioni fieristiche nazionali dedicate ai libri.

Presente fin dalle prime edizioni di questo appuntamento fieristico diventato ormai una delle manifestazioni culturali più importanti del nostro Paese, le Paoline saranno quest'anno nello stand E01, con una variegata offerta editoriale incentrata in particolare, ma non solo, sul prossimo Natale.

Variegato anche il programma degli appuntamenti culturali:

Si parte domenica 5 dicembre, alle ore 11 (Sala Giove), con la presentazione del libro Dov'eri? Vivere non è solo un diritto. L'Autore, don Alessandro Deho', voce emergente della spiritualità italiana, ci accompagna in un viaggio biblico - da Genesi alla Passione – sulle tracce delle radici sacre di ciò che troppo superficialmente definiamo diritti e doveri.

Sempre domenica 5, alle ore 14.30 (Spazio Ragazzi - Area Incontri), sarà la volta del libroIl sogno di Simone, nuovo titolo della collana Paoline Storie di cuore (per bambini dai 5 anni in su). Autrice del libro, che parla di ecologia, raccolta differenziata, convivenza e importanza delle regole, è Carolina Benvenga, volto noto di Rai Ragazzi. Interviene Michele Casella, curatore della collana.

Martedì 7, alle ore 10.30 (Sala Venere), Daniela Cologgi racconterà ai ragazzi il suo Codice Oslog: un romanzo che tra il distopico, il techno e il mistery, racconta l'importanza delle parole, della scrittura e della lettura. Parlando anche di amicizia, amore e crescita personale.

Concludiamo mercoledì 8, alle ore 15.00 (Sala Giove), con La scimmia sulla culla. Incontreremo l'autrice, la giornalista Angela Iantosca, che in queste pagine torna a parlare di tossicodipendenza, con un viaggio nel mondo della maternità 'contaminata' dalle sostanze stupefacenti.


Condividi

paoline-a-piu-libri-piu-liberi.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA