Testimoni e profeti

È questo lo slogan ideato dalla Direzione nazionale delle Pontificie Opere Missionarie per la prossima Giornata Missionaria Mondiale (24 ottobre). Uno slogan che farà da filo conduttore per tutto il mese di ottobre.

La Chiesa dedica alla "missione" il mese di ottobre, come tempo di preparazione alla Giornata Missionaria Mondiale, giunta alla 95ma edizione. Come nel 2020, anche quest'anno il tema della missione s'intreccia con la crisi pandemica. Lo slogan scelto per la Giornata Mondiale è, in questo senso, un invito a guardare il nostro tempo, sconvolto dal Covid, con speranza, ma anche a leggere i segni della presenza del Signore e a diventarne, appunto, testimoni e profeti.

Anche nel messaggio del papa per la Giornata Mondiale è presente il riferimento alla crisi pandemica: «In questo tempo di pandemia, davanti alla tentazione di mascherare e giustificare l'indifferenza e l'apatia in nome del sano distanziamento sociale, è urgente la missione della compassione capace di fare della necessaria distanza un luogo di incontro, di cura e di promozione».

Il messaggio si chiude con un invito a lasciarsi risvegliare alla missione: «Vivere la missione è avventurarsi a coltivare gli stessi sentimenti di Cristo Gesù e credere con Lui che chi mi sta accanto è pure mio fratello e mia sorella. Che il suo amore di compassione risvegli anche il nostro cuore e ci renda tutti discepoli missionari».

Leggi il messaggio di papa Francesco per la 95a Giornata Missionaria Mondiale

Vai allo SPECIALE "Ottobre missionario"


Condividi

testimoni-e-profeti.html

Articoli correlati

Newsletter

Iscriviti alla newsletter per essere sempre aggiornato su iniziative e novità editoriali
Figlie di San Paolo © 2022 All Rights Reserved.
Powered by NOVA OPERA