Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Nel Vangelo di questa XX domenica del tempo ordinario, una donna straniera si avvicina a Gesù per supplicarlo, ma lui sembra respingerla: cosa significa realmente il suo atteggiamento?

L'Assunzione di Maria ci ricorda che siamo stati creati per il cielo e che il nostro cammino terreno è un percorso a tappe per poter giungere alla meta di essere sempre con Gesù, come lei.

La liturgia di questa XIX Domenica del tempo ordinario ci presenta i discepoli alle prese con il vento contrario sul lago, sul quale si staglia la figura del Maestro che cammina sulle acque, li salva e li rassicura.

Il vangelo di questa domenica, in cui ricorre la festa della Trasfigurazione del Signore, narra l'esperienza dei discepoli sul Tabor, che rinsalda la loro fede nell'amore di Dio Padre e li prepara alle prove della sequela di Gesù "verso Gerusalemme".

In questa XVII Domenica del tempo ordinario, la parola di Dio ci invita a chiedere nella preghiera il dono del discernimento e della coscienza vigile, non solo per chi ha la responsabilità di governare altri, cercando il bene comune, ma per ciascuno di noi, in ogni situazione della vita. 

"Perché Dio non fa piazza pulita di tutti questi delinquenti che spacciano la droga, che commerciano le armi, che praticano l'usura, che trafficano le persone, che... Che ci vuole? Una bella ripulita e via!". Chi non ha mai sentito discorsi così, e chi, magari senza averli esternarli, qualche volta non li ha pensati?

Una parabola di Gesù - quella del seminatore che esce a seminare - commentata e spiegata dallo stesso Gesù è da non perdere.

A volte sembra che Gesù si diverta a scherzare o a provocare. Succede quando sfida la nostra logica, il nostro modo di ragionare e di valutare le cose, come fa in questa XIII domenica del tempo ordinario, assicurando: "Il mio giogo infatti è dolce e il mio peso leggero".

Il vangelo di questa XIII domenica del Tempo ordinario si compone di due parti molto brevi, e, almeno apparentemente, diverse tra loro come contenuto. Tutte e due, però, dure, drastiche, difficili persino da ascoltare.

Celebrare la festività del Corpus Domini significa verificare e rafforzare la nostra fede nella presenza reale del Signore nell'Eucaristia e, come ci ricorda l'apostolo Paolo, renderci responsabili di come la riceviamo.

Pagina 1 di 13
Newsletter