Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Le persone valgono soprattutto per ciò che sono o per ciò che producono? Nella liturgia di questa XXV domenica del tempo ordinario, Gesù risponde con la parabola degli operai dell'"ultima ora", che ci interpella a un cambiamento profondo di mentalità. 

Nel vangelo di questa XXIV domenica del tempo ordinario, Gesù invita i suoi a saper perdonare gli altri come il Padre perdona loro: una meta che sembra impossibile e invece può essere raggiunta invocando il dono dello Spirito, che guarisce dalle ferite del rancore. 

In questa XXIII domenica del tempo ordinario San Paolo risveglia la nostra attenzione sul comandamento dell'amore, compimento di tutta la legge e tratto distintivo della comunità cristiana.

Che cos'è per me, per noi, la fede? È la domanda forte che emerge dalla parola di questa XXII domenica del Tempo Ordinario. Siamo chiamati a dare una risposta personale, consapevole, profonda. Nelle letture troviamo vari esempi di persone "innamorate": Pietro, Geremia... lasciamoci sedurre anche noi!

I criteri di Dio non sono i nostri: questo ci ricorda la liturgia di questa XXI domenica del tempo ordinario. Solo Lui può scegliere di edificare la sua opera con le pietre della nostre fragile umanità.

Nel Vangelo di questa XX domenica del tempo ordinario, una donna straniera si avvicina a Gesù per supplicarlo, ma lui sembra respingerla: cosa significa realmente il suo atteggiamento?

La liturgia di questa XIX Domenica del tempo ordinario ci presenta i discepoli alle prese con il vento contrario sul lago, sul quale si staglia la figura del Maestro che cammina sulle acque, li salva e li rassicura.

In questa XVII Domenica del tempo ordinario, la parola di Dio ci invita a chiedere nella preghiera il dono del discernimento e della coscienza vigile, non solo per chi ha la responsabilità di governare altri, cercando il bene comune, ma per ciascuno di noi, in ogni situazione della vita. 

"Perché Dio non fa piazza pulita di tutti questi delinquenti che spacciano la droga, che commerciano le armi, che praticano l'usura, che trafficano le persone, che... Che ci vuole? Una bella ripulita e via!". Chi non ha mai sentito discorsi così, e chi, magari senza averli esternarli, qualche volta non li ha pensati?

Una parabola di Gesù - quella del seminatore che esce a seminare - commentata e spiegata dallo stesso Gesù è da non perdere.

Pagina 1 di 7
Newsletter