Articoli
Librerie
Eventi
Contenuto sito

Di fronte alla tomba di Lazzaro e al pianto di Marta, Gesù rivela la profondità della sua amicizia attraverso la commozione e la potenza del suo amore attraverso la risurrezione

Quarta domenica di Quaresima. Vederci dentro, vederci al di là delle apparenze, correggendo la nostra vista con gli "occhi di Dio", è l'atteggiamento di conversione continua che questo nostro oggi ci chiede di mantenere attivo sempre e dovunque. L'invito della Parola è: divenire luce nel Signore, e comportarsi come figli della luce. Bellissimo!

Alla piscina di Siloe, Gesù si rivela come la luce del mondo, che ridona la vista ai ciechi, ma rimprovera coloro che credono di vedere e invece non riconoscono la propria oscurità

Terza Domenica di Quaresima. Gesù e la Samaritana sono i due personaggi su cui confrontarci in questa settimana. Gesù stanco e affaticato; la Samaritana piena di forze, spigliata... Gesù non rimane nella sua situazione di stanchezza, dona l'"acqua viva", la donna trova in sé forze nuove, abbandona la sua anfora e diventa missionaria. E noi?

Al pozzo di Sicar Gesù sosta e chiede da bere a una Samaritana; ma la sua vera sete è la fede della donna, cui si rivela come l'acqua viva, il Messia atteso, il dono del Padre.

Seconda Domenica di Quaresima. Il Tabor e... noi! Gesù ci insegna che il Tabor non è il luogo dove si vive, ma dove ritroviamo coraggio per le scelte della pianura, dove, in ogni luogo e in ogni momento, il Signore chiama: "Vàttene dalla tua terra, dalla tua parentela e dalla casa di tuo padre, verso la terra che io ti indicherò".

Sul monte Gesù risplende della luce divina del Padre, che lo presenta ai discepoli, suoi testimoni, come l'amato e inviato, per compiere le promesse contenute nella Legge e nei Profeti.

Prima domenica di Quaresima. Un giardino che diventa deserto e un deserto che diventa giardino. Adamo, Eva, Gesù e sempre lo stesso tentatore "il più astuto" delle creature di Dio: il serpente. In questa Quaresima cogliamo l'occasione per ritrovare in Gesù, l'armonia con noi stessi, gli altri, il Padre.

In questa VIII domenica del tempo ordinario, Gesù invita i suoi all'abbandono confidente nella Provvidenza del Padre; un invito che è una sfida per la nostra fede e per i nostri dubbi.  

La serie liturgica "Immagine & Parola" riprende con il ciclo di Quaresima e Pasqua. Anche per l'anno A continua ad offrire una proposta di approfondimento e di preghiera sui vangeli delle domeniche e delle feste, attraverso la valorizzazione di immagini originali, che raffigurano un aspetto particolare della Parola di Dio e invitano a "far festa" con i "colori" particolari del tempo liturgico.

Pagina 1 di 4
Newsletter